25 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2021 alle 10:38:00

Cronaca

Aggressione al sindaco, è arrivata l’assoluzione

L’episodio è avvenuto nell’ottobre del 2013 davanti a Palazzo di Città


Aggredì il sindaco
Ippazio Stefano davanti a
Palazzo di Città. Francesco
P., cinquantenne residente
nella Città Vecchia, è stato
assolto dal giudice monocratico
dall’accusa di violenza
e minaccia a pubblico ufficiale.

Il giudice ha accolto
la richiesta dell’avvocato
Massimiliano Scavo il quale
ha sostenuto che il suo
assistito non ha aggredito
a suon di schiaffi il primo
cittadino ma ha solo gesticolato
durante un momento
di grande nervosismo.
Il legale ha inoltre sostenuto
che il suo assistito non ha
minacciato di morte il primo
cittadino.
Nell’ottobre del 2013 l’uomo
dopo aver chiesto al sindaco
un posto di lavoro lo ha atteso
sotto Palazzo di Città e
ha iniziato a urlare contro di
lui.

Pare che il cinquantenne
dopo aver perso il lavoro
avesse presentato un curriculum
per essere assunto.
Momenti di grande tensione
poi l’intervento della Polizia
di Stato.
Era scattata la denuncia e,
a quasi quattro anni dall’episodio,
il processo e il
verdetto assolutorio che ha
tenuto conto della tenuità
del fatto.
Dopo quell’episodio fatti
analoghi sono avvenuti nel
2015 e nel 2017.

A settembre del 2015 il sindaco
Stefàno è stato colpito
da un pugno al torace sferrato
da una donna che ha poi
patteggiato la pena.
A gennaio di quest’anno il
primo cittadino è stato aggredito
da un disoccupato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche