25 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 25 Gennaio 2022 alle 22:11:00

Cronaca

Il manifesto per la rinascita: ecco #tarantocittaviva

L'iniziativa del nostro quotidiano: insieme per far tornare a vivere Taranto


Vogliamo parlare a quei cittadini, e sono tanti, che vogliono dare una mano per la rinascita della città.

Questo è il momento di far prevalere lo spirito civico, i legami con il territorio, il senso della nostra storia e del nostro avvenire. Ognuno ha le sue convinzioni, le sue appartenenze: politiche, religiose, culturali.

Vanno rispettate e preservate: ma la rinascita di Taranto è un valore superiore, ed intorno ad essa va costruita una nuova solidarietà. Non bastano i buoni sentimenti: ci vuole chiarezza nel determinare i contenuti di questa solidarietà.

1 • Il primo contenuto è la rottura radicale e senza compromessi con il passato. Dieci anni di continuità nella amministrazione del Comune di Taranto, hanno lasciato un cumulo di macerie. Queste vanno spazzate via con la scopa della democrazia: vogliamo alternativa e ricambio, negli uomini, nei programmi, nei metodi di governo, nel rapporto con i cittadini.

2 • Il secondo contenuto riguarda le nuove generazioni. Questa è la vostra città: prendetela nelle vostre mani: rifiutate il disimpegno e lo scetticismo; partecipate alla sua rinascita ed a un miglior destino.

3 • Il terzo contenuto è il destino della città. Taranto deve tornare ad essere una grande città industriale e portuale, che dà lavoro qualificato, ma diversa. Nell’industria va da subito guidata la transizione dalla monocultura dell’acciaio all’industria di trasformazione e di innovazione, pulita. Nel porto va guidato il passaggio da porto industriale e militare a porto commerciale e polo logistico, per tutto il sud.

4 • Il quarto contenuto è la salute e l’ambiente. Intere generazioni di tarantini, in 60 anni, sono stati intossicati dai fumi, dalle polveri, dalla diossina, e non ne sono ancora oggi consapevoli. Si devono curare i malati, ma è anche necessaria una grande operazione di verità e trasparenza, per poter intraprendere le legittime rivendicazioni a risarcimento della comunità.

5 • Il quinto contenuto è la rigenerazione della città. La sua riunificazione nei confini naturali con al centro l’isola, il Mar Piccolo risanato, gli insediamenti dismessi della Marina Militare. Con la scelta di far vivere Taranto sviluppando, la cultura; gli spazi di vita urbana e collettiva; l’Università; i servizi; il commercio diffuso; il water front; che darebbe alla città vissuta una alta qualità della vita, ed una capacità di accoglienza del turismo stanziale.

Senza pregiudiziali di schieramento e senza pretese di inutili primati, chiediamo semplicemente ai tarantini coraggiosi di usare, insieme, la forza della volontà per cancellare il passato e, ricostruire, insieme, #Tarantocittaviva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche