22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 22:53:00

Cronaca

Si vota, ma il Comune assume un manager

In piena campagna elettorale spunta la “selezione pubblica”


La campagna elettorale
è ormai entrata nel vivo.

Tra poco più di due settimane
i tarantini saranno chiamati
ad eleggere il nuovo sindaco
ed il Consiglio comunbale. Una
circostanza che, però, non ha
impedito all’Amministrazione
comunale di avviare l’iter del
concorso che porterà al conferimento
dell’incarico di Energy
Manager. Al vincitore della selezione
pubblica sarà garantito
un contratto di 30 mesi che gli
permetterà di guadagnare (al
massimo) 37.500 euro per tutta
la durata dell’incarico.
«Il rapporto di lavoro si configura
come incarico professionale
della durata di 30 mesi,
decorrenti dalla data di stipula
del contratto, senza alcun
rapporto di subordinazione e
di dipendenza gerarchica. Non
è previsto alcun rinnovo – si
legge nell’avviso pubblicato
martedì scorso – nè tacito nè
concordato, del rapporto contrattuale
professionale».

Al fine di “misurare e liquidare”
le attività svolte dall’Energy
Manager, il Comune provvederà
a redigere, ogni anno, assieme
al professionista, un protocollo
di obiettivi da raggiungere.
Ogni sei mesi, poi, il “manager”
dovrà relazionare sulle attività
svolte in relazione al protocollo
sottoscritto.
«L’esigenza di conferire l’incarico
deriva dalla necessità
di sviluppare gli obiettivi che
l’Amministrazione comunale
ritiene di importanza strategica:
attuazione di un piano
di utilizzo di fonti energetiche
rinnovabili ed alternative; ammodernamento
degli impianti
con economizzazione della
spesa; impiego di energia verde.

Tali attività – precisano da
Palazzo di Città – richiedono
conoscenze specifiche ed esperienze
professionali consolidate
in materia, non possedute dal personale dipendente dell’Amministrazione
comunale».
Ecco alcune delle attività che
il futuro Energy Manager dovrà
svolgere per conto del Comune.
«Analisi dei consumi propri
dell’Ente attraverso il complesso
del patrimonio immobiliare,
dei mezzi e dei servizi forniti
al territorio comunale; individuazione
delle azioni, degli
interventi, delle procedure
e di quanto altro necessario
per promuovere l’uso razionale
dell’energia all’interno
dell’ente; predispozione dei
bilanci energetici in funzione
anche dei parametri economici
e degli usi energetici finali;
individuazione di fondi di finanziamento/cofinanziamento

regionale per l’uso razionale
dell’energia».

Il termine ultimo per partecipare
alla “selezione pubblica”
scade venerdì 30 giugno. In
pratica, cinque giorni dopo il
probabile turno di ballottaggio
utile ad eleggere il nuovo
sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche