Cronaca

Ruba in casa del vicino La polizia lo denuncia

TARANTO – Ha rubato in casa dei vicini, ma è stato scoperto dalla polizia. Si tratta di un 19enne tarantino, che ieri sera è uscito di casa per compiere un furto nell’abitazione al piano di sotto. Intorno alle 22, i poliziotti sono stati allertati da una telefonata, che denunciava un furto in un appartamento di via Duca di Genova. Quando gli agenti della Squadra Volante sono arrivati sul posto, ad attenderli c’era il proprietario dell’appartamento. L’uomo, residente al piano terra della palazzina, ha dichiarato che durante la sua assenza da casa, qualcuno si era introdotto nell’appartamento per rubare un televisore ed un impianto audio. Dalle prime indagini gli agenti hanno potuto appurare che i ladri si sono introdotti in casa entrando dal cortile comune dello stabile, forzando la porta anticorodal dell’appartamento, approfittando dell’assenza del proprietario.

Dettagli che hanno fatto ricadere i sospetti su qualcuno che conosce il palazzo e le abitudini dei suoi inquilini. Per questo motivo, i poliziotti hanno concentrato le ricerche nelle vicinanze, individuando come probabili autori del furto dei ragazzi residenti al primo piano. Gli agenti hanno così avviato una perquisizione nella casa di uno dei due ragazzi, davanti alla presenza preoccupata della madre. I loro sospetti si sono rivelati fondati, infatti, all’interno del soppalco di un bagno era nascosto il bottino. Di fronte all’evidenza dei due apparecchi rubati, la donna ha ammesso ai poliziotti le responsabilità del figlio diciannovenne e di un suo amico, che al momento non è stato ancora identificato. Durante la perquisizione domiciliare il ragazzo non era in casa, ma gli agenti hanno atteso il suo ritorno. Infatti quando il diciannovenne è rientrato in casa, ha trovato i poliziotti ad attenderlo. Il ragazzo è stato condotto negli uffici della questura per i controlli di rito. E’ stato denunciato in stato di libertà per furto in concorso con altri. Intanto gli agenti indagano per identificare il complice del furto.

A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche