Cronaca

Dipendenti Comunali, ultima chiamata

L’appello della Fp Cgil al prefetto: «Subito l’incontro con l’Amministrazione»


«Il grave danno
subìto dai dipendenti, merita
a nostro parere rispetto e
priorità da parte delle Istituzioni
dello Stato».

Annamaria
Marra (Fp Cgil) lancia un
appello al prefetto, Donato
Cafagna, affinchè convochi al
più presto le organizzazioni
sindacali ed i rappresentanti
del Comune di Taranto per discutere
della vertenza riguardante
i dipendenti comunali.
«Sta nel “dna” della Cgil il
rispetto verso le Istituzioni,
tuttavia nella vertenza in atto
che risale ormai alla prima
assemblea del 15 novembre
2016, dobbiamo osservare con
non poco rammarico, un ingiustificato
ritardo nell’esperire
il tentativo di conciliazione
della controversia tra il
personale e l’Amministrazione
Stefàno – evidenzia Marra.

Certamente non ci aspettavamo
la convocazione entro
5 giorni dalla comunicazione
al prefetto, come recita il
contratto collettivo nazionale
del lavoro, ma nemmeno che
trascorresse quasi un mese
dall’assemblea dello scorso
5 maggio senza avere alcuna
notizia. Le organizzazioni
sindacali e la rsu che hanno la
responsabilità e la rappresentanza,
devono dare risposte ai
lavoratori e alle lavoratrici in
ordine al mancato confronto».

Per questa ragione, la Fp Cgil
«dopo aver inviato l’ennesimo
sollecito» promuoverà, a
partire dai propri delegati,
una serie di iniziative presso
la prefettura «a sostegno
dell’avvio del rituale quanto
obbligatorio tentativo di conciliazione.
Restiamo fiduciosi
comunque che la prefettura
vorrà fissare l’incontro, con
l’urgenza rappresentata dallo
stato di agitazione, consapevole
che la conciliazione nasce
dall’esigenza di evitare
situazioni conflittuali, specie
con l’approssimarsi degli appuntamenti
elettorali.
Giova ricordare che il disinteresse
della Giunta Stefàno
– conclude Annamaria Marra
– ha già sottratto al personale
la Produttività anno 2016 e lo
stesso accadrà per l’annualità
2017. Il grave danno subìto
dai dipendenti, merita a nostro
parere rispetto e priorità
da parte delle Istituzioni
dello Stato».

Sull’argomento si registra
anche la presa di posizione
della Uil Fpl che, nel corso
della “delegazione trattante”
di mercoledì scorso, ha spiegato:
«In questi ultimi giorni
di legislatura si verifica che il
sindaco e la Giunta comunale
continuano imperterriti a giustificare
atti illegittimi quali,
ad esempio, la delibera di di
Giunta 90/2017 “Individuazione
aree di intervento per il
conferimento delle posizioni
organizzative e delle alte
professionalità”. In questi
cinque anni mai nessuno di
questi assessori ha pensato
di riordinare la macchina
comunale. “Ottemperare” a
questa materia a poco più
di 15 giorni dal voto può apparire,
evidentemente, solo
preordinato all’ottenimento di qualche voto in più».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche