Cronaca

Processo Scarci, non fu mafia. Pene ridotte e 7 assolti

Scagionati in Appello Maurizio Petracca e Marianna Scarci


Octopus, nel processo
d’Appello agli Scarci
diverse riduzioni di pena e
sette assoluzioni.

Nel verdetto
emesso ieri pomeriggio
dai giudici di secondo grado
di Lecce niente accusa di
mafia e sconto di pena per
Franco Scarci da 12 a 6 anni;
Giuseppe Scarci da 9 anni a 4
anni e 8 mesi; Andrea Scarci
da 8 anni e 8 mesi a 3 anni e
8 mesi; Michele Attolino da 7
anni a 2 anni e 10 mesi.

Assolti
perchè il fatto non sussiste
Maurizio Petracca (difeso
dall’avvocato Antonio Mancaniello)
che in primo grado era
stato condannato a 7 anni e
ha scontato 4 anni e 10 mesi
di carcere; Marianna Scarci,
Vittoria Caforio, Cosima Scarci,
Michele Scarci, Filomena
Scarci e Aurora Scarci.

Nel collegio di difesa gli avvocati
Armando Veneto, Luigi
Esposito, Salvatore Maggio,
Marino Galeandro, Enzo Sapia
e Pasquale Blasi. Nuovo
verdetto in Corte d’appello,
quindi, dopo che la Cassazione
aveva annullato le condanne
disponendo un nuovo
processo di secondo grado.
Nel 2011 scattarono diversi
arresti. L’epilogo di un lavoro
investigativo avviato nel febbraio
del 2009, subito dopo
la scarcerazione di Franco
Scarci.

Secondo l’accusa il gruppo
avrebbe riacceso i suoi interessi
sul mercato del pesce e
sulle estorsioni. Nel 2011 il
blitz della Squadra Mobile della
questura con l’esecuzione
di 11 arresti. Le ordinanze di
custodia cautelare in carcere
furono emesse dal gip di Lecce
su richiesta dei pm della Dda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche