12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 07:19:17

Cronaca

Una ragazzina perseguitata e molestata sotto casa a Paolo VI

Arrestati un 16enne e un 15enne per stalking e atti osceni


Una ragazzina rumena
perseguitata e molestata
da due coetanei tarantini,
a Paolo VI.

La sua vita era
divenuta un inferno. Impaurita
per le minacce subìte usciva di
casa ormai di rado e quando
lo faceva chiedeva aiuto ai
genitori.
I due presunti bulli di quartiere,
un sedicenne e un quindicenne,
stamattina sono stati
arrestati dai carabinieri della
Stazione Taranto Nord. Il sedicenne
è stato accompagnato
in un centro di prima accoglienza,
il suo amico è finito
ai ”domiciliari”.

Si indaga per
inchiodare altri bulli.
I provvedimenti sono stati
emessi dal gip del Tribunale
per i Minorenni.
Dalle indagini sono emersi
particolari inquietanti. “Sei
una p… tua madre è una p… e
tuo padre è gay” le avrebbero
urlato quando la incontravano
per strada.In una circostanza
poi i presunti stalker avrebbero
compiuto un vero e proprio
raid sotto il palazzo in
cui abita la ragazzina. Dopo
aver forzato un cancelletto
hanno urlato alla vittima di
affacciarsi alla finestra e uno
dei due si sarebbe abbassato i
pantaloni e si sarebbe toccato
i genitali.

Una storia davvero
squallida. Il sedicenne, difeso
dall’avvocato Antonio Mancaniello,
e il quindicenne, assistito
dall’avvocato Samantha
Dellisanti, nei prosssimi giorni
saranno interrogati dal giudice
delle indagini prelimonari del
Tribunale per Monorenni.
Rispondono di atti persecutori
e di atti osceni in luogo
pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche