Cronaca

Bancarotta fraudolenta, tre anni di reclusione ad un imprenditore di Taranto

La decisione in Appello


Bancarotta fraudolenta: sconto di pena in Appello per un imprenditore edile tarantino.

Da cinque a tre anni di reclusione. I giudici di secondo grado hanno accolto la richiesta avanzata dal difensore dell’uomo, l’avvocato Giuseppe Lecce. Secondo l’accusa l’imprenditore avrebbe distratto dalla società beni per 500mila euro. In primo grado era stata inflitta una condanna a cinque anni che è stata ridotta nei giorni scorsi dai giudici dell’Appello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche