25 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2021 alle 06:45:36

Cronaca

Nascondeva 2 chili e mezzo di droga e una pistola sul terrazzino

Preso un sorvegliato speciale. Aveva hashish e una 357 magnum


Aveva nascosto
sul terrazzino due chili e
mezzo di droga, una pistola
calibro 357 magnum e munizioni.

Il blitz e l’arresto in un appartamento
del centro. I carabinieri
dell’Aliquota operativa
della Compagnia di
Taranto hanno fermato per
detenzione ai fini di spaccio
di sostanza stupefacente
e di detenzione illegale di
pistola e munizioni, Andrea
Di Carlo, trentasettenne tarantino,
in atto sottoposto
alla sorveglianza speciale.
I militari in borghese del
comando provinciale, dopo
un servizio di appostamento
hanno fatto irruzione nell’abitazione
dell’uomo situata
nel quartiere Borgo e nel
corso di una perquisizione
hanno rinvenuto 5 panette
di hashish del peso di due
chili e mezzo, una pistola,
con matricola limata marca
“Ruger Security Six”, calibro
357 magnum, con 6 cartucce
inserite nel tamburo e
ulteriori 9 cartucce, dello
stesso calibro, contenute
in una scatola che aveva
nascosto in un anfratto di
un terrazzino di pertinenza
della casa.

L’uomo al termine dell’operazione
è stato condotto nella
caserma di viale Virgilio e,
dichiarato in arresto. Successivamente, così come
disposto dal magistrato
di turno presso la Procura
tarantina, Di Carlo è stato
trasferito nella casa circondariale
di largo Magli. Sia la
sostanza stupefacente che
la pistola e le munizioni
sono state sequestrate.
Sono in corso accertamenti
per stabilire la provenienza
della micidiale arma.

La 357
magnum sarà sottoposta ad
accertamenti balistici per
verificare l’eventuale impiego
in atti criminosi.
Stamattina Andrea Di Carlo,
difeso dagli avvocati
Pasquale Blasi e Luigi Danucci
è stato interrogato
dal giudice per le indagini
preliminari.

Nelle stesse ore i carabinieri
avevano arrestato un
64enne incensurato tarantino
che nascondeva in
casa 10 chilI di droga. I
militari, insospettiti dalla
presenza di tossicodipendenti
nei pressi dell’abitazione
dell’uomo, nel rione
Tamburi, avevano deciso di
eseguire una perquisizione
domiciliare. In casa 5,6 chili
di eroina, 3,7 di hashish e
cento grammi di cocaina, in
parte già suddivisi in dosi.
Sequestrati anche un bilancino
di precisione e sostanza
da taglio utilizzata per il
confezionamento delle dosi.
L’uomo aveva anche 400
euro in contanti, soldi ritenuti
provento dello spaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche