28 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Settembre 2021 alle 21:49:00

Cronaca

Rapina pensionato, arrestata una nomade

Aveva in braccio la figlia minore. Complici in fuga con i soldi


Rapina la pensione
ad un anziano: arrestata
nomade.

I carabinieri dell’Aliquota
radiomobile della Compagnia
di Taranto hanno fermato
una quarantacinquenne di
origine bosniaca, senza fissa
dimora, con precedenti
penali specifici, di fatto
domiciliata presso un campo
nomadi della provincia
di Bari.
La donna, peraltro con la
figlia minore in braccio
di appena un anno, con il
pretesto di chiedere l’elemosina,
ha fermato un
ottantenne tarantino e,
dopo averlo immobilizzato,
probabilmente aiutata da
complici suoi connazionali,
in fase di identificazione,
gli ha sfilato dalla tasca dei
pantaloni la pensione, poco
prima ritirata dall’ufficio
postale, circa 450 euro.

L’episodio è avvenuto in via
Argentina
L’immediato intervento di
una pattuglia dell’Aliquota
radiomobile, ha consentito
di bloccare la quarantacinquenne prima che si desse
alla fuga.

Purtroppo se la sono data a
gambe come i suoi complici,
persone alle quali la donna,
aveva consegnato i soldi
prima di essere fermata dai
militari.
L’anziano, che durante la rapina
ha riportato solo alcune
escoriazioni al braccio, è
stato medicato dai sanitari
del 118 e subito dimesso.
La nomade è stata condotta
presso la caserma di viale
Virgilio e dichiarata in arresto
per concorso rapina e,
come disposto dal magistrato
di turno presso la Procura
del capoluogo ionico, trasferita,
insieme alla figlia
minorenne, presso la casa
circondariale di Foggia.

“L’incremento dei servizi
preventivi, attuati in vista
della stagione estiva, sta
permettendo di reprimere,
nell’immediatezza, i reati
di maggiore allarme sociale
tra i quali quelli commessi ai
danni degli anziani” si legge
in una nota dei carabinieri
del comando provinciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche