20 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 20 Ottobre 2020 alle 21:48:32

Cronaca

Tutto pronto per l’Isola che Vogliamo


TARANTO – Concerti, teatro, mostre, spettacoli, esposizioni e degustazioni. Tutto questo sarà l’Isola che Vogliamo che questa sera tornerà in città vecchia. Formula invariata per l’iniziativa. Quattro in tutto (8, 15, 22 e 29 agosto) i mercoledì dell’Isola, pensata anche quest’anno come un work in progress aperto ai contributi di performer e associazioni capace di animare contestualmente decine di postazioni nel borgo antico dalle 20 alle 2. Squadra che vince non si tocca. Eppure, nel solco della continuità, l’Isola che Vogliamo 2012 prova a capitalizzare l’esperienza della scorsa estate in un percorso di crescita.

Mobilità sostenibile e decoro urbano saranno quest’estate al centro delle novità dei mercoledì dell’Isola. Che saranno a misura di pedone. L’associazione “Terra” ha infatti raggiunto l’intesa con il corpo dei Vigili Urbani e con il Comune di Taranto per chiudere al traffico il centro storico in occasione della prima serata della kermesse. L’iniziativa sarà garantita da un irrobustimento del servizio di linea Amat che, straordinariamente, verrà prolungato fino alle 2. Una sorta di esperimento, che verrà ripetuto nei mercoledì a seguire qualora i visitatori dell’Isola sapranno mostrare con la loro civiltà e la loro presenza i vantaggi della chiusura al traffico. Sul fronte del decoro urbano, l’impegno assicurato dall’Amiu e dai suoi operatori nella prima edizione con servizi straordinari prima e dopo ogni serata, verrà impreziosito ed arricchito da una presenza operativa stabile, finalizzata a garantire, con la collaborazione dei visitatori della kermesse, la pulizia dei vicoli direttamente durante lo svolgimento della stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche