18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 14:47:29

Cronaca

Attesa per l’annuncio del decreto alla Camera


TARANTO – Annunciare alla Camera dei deputati il decreto legge sulle bonifiche. Questo il prossimo step per il provvedimento del Governo che nei giorni scorsi, per mezzo del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, ha deliberato lo stanziamento di 336milioni di euro da destinare alle bonifiche dei siti inquinati di Taranto. Ieri, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Piero Giarda ha chiesto, nel corso della riunione dei capigruppo di riconvocare al più presto la Camera per l’annuncio del decreto varato dal Consiglio dei ministri. Al provvedimento però manca ancora la firma del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “Siamo incerti – ha detto Giarda – se riusciremo a presentarlo domani mattina (oggi, ndr).

Dopo l’annuncio il decreto sarà assegnato alla commissione competente. L’esame del provvedimento inizierà comunque a settembre. A guardare il calendario di massima, stilato ieri dalla capigruppo tra il 10 ed il 14. Il protocollo d’intesa, siglato da Governo ed Enti locali lo scorso 26 luglio, prevede l’utilizzo di fondi per interventi urgenti di riqua¬lificazione di alcune aree di Taranto. Le risorse messe a disposizione ammontano a 336milioni di euro. Per un terzo saranno destinate alla bonifica del mar Piccolo (segnato dall’inquinamento da diossine e pcb che ha portato, per il secondo anno consecutivo, alla distruzione delle cozze coltivate nel primo seno), del quartiere Tamburi, dell’area Pip di Statte e della falda superficiale del Sito di Interesse Nazionale di Taranto. Nel frattempo lunedì scorso si è insediata a Bari la cabina di regia con l’obiettivo di gestire al meglio le risorse messe a disposizione dal Governo centrale. Il gruppo di lavoro non rimarrà circoscritto agli uffici regionali, visto che ne fanno parte anche Comune, Provincia, Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale e Asl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche