15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Cronaca

​Operazione Notre Dame: in cella anche il quinto componente del gruppo

Azzerata una banda dedita alle rapine, alle estorsioni e al traffico di droga


Operazione
Notre Dame: finisce in
carcere anche il quinto
componente del gruppo.

Si
tratta del grottagliese G.
L., che ha più volte violato
gli obblighi imposti dai
“domiciliari”.
Il 2 febbraio scorso gli
agenti del Commissariato
di Grottaglie, diretti dal
dottor Andrea Rosato al
termine di indagini coordinate
dalla Procura di
Brindisi chiusero il cerchio
attorno ad una banda dedita
alle rapine, alle estorsioni
e al traffico di droga
tra le province di Taranto
e Brindisi.

Invece i carabinieri della
Stazione di Taranto Centro
hanno fermato per
violazione degli obblighi
imposti dalla sorveglianza speciale con obbligo di
soggiorno un 33enne, della
provincia di Bari.
I militari, nel corso di mirati
servizi attivati per prevenire e reprimere i reati contro il
patrimonio, hanno notato il
33enne aggirarsi con fare sospetto
in via Ciro Giovinazzi.

Hanno deciso quindi di procedere
ad un controllo di
polizia fermando il 33enne,
il quale, privo di documenti
di riconoscimento,
ha riferito di risiedere a
Sannicandro di Bari e di
essere sottoposto alla misura
di prevenzione della
sorveglianza speciale con
obbligo di soggiorno. Dopo
averlo accompagnato in
caserma i militari hanno
accertato la veridicità di
quanto asserito dal 33enne
e che il giovane effettivamente,
lo scorso 6 giugno,
si era allontanato da quel
centro. Non ha fornito alcuna
plausibile spiegazione
circa la sua presenza a
Taranto ed è stato dichiarato
in stato di arresto e,
su disposizione del pm di
turno, trasferito nella casa
circondariale di largo Magli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche