Cronaca

Violenza, minacce e droga: 10 arresti

Il bilancio di una serie di operazioni condotte dai carabinieri


I Carabinieri della Compagnia di Martina Franca hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in genere che ha interessato tutta l’area territoriale di competenza.

Il servizio si è articolato, oltre che sulla città del festival, anche sui comuni ricadenti nella giurisdizione, comprendendo quindi Grottaglie, Montemesola, Monteparano, Monteiasi, San Giorgio Jonico, Carosino e Roccaforzata ed ha visto impegnate tutte le Stazioni dipendenti dalla citata Compagnia ed il Nucleo Operativo e Radiomobile.

Questo il bilancio dell’operazione:

  • un 51enne di San Giorgio J. e un 46enne di Ginosa sono stati arrestati e condotti in carcere in aggravamento di misura restrittiva già in atto;
  • un 38enne di Monteiasi, in esecuzione ordine di carcerazione è stato arrestato e condotto in carcere in quanto condannato a 8 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole di minaccia e violenza privata;
  • un 28enne di Montemesola è stato arrestato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti;
  • un 42enne e un 38enne entrambi di Martina Franca già sottoposti a misure restrittive presso i rispettivi domicili, sono stati arrestati per aver violato le prescrizioni loro imposte;
  • un 32 di Locorotondo e un 31enne di Martina Franca sono stati arrestati per guida in stato di ebbrezza alcolica;
  • un 35enne di Martina Franca, arrestato per essersi rifiutato di sottoporsi all’alcol test.

Una 19enne e una 23enne, entrambe di nazionalità rumena, sono state proposte per il provvedimento di divieto di ritorno nel Comune di Grottaglie in quanto colte lungo un’arteria stradale di pertinenza nell’atto di esercitare l’attività di meretricio e 3 giovani sono stati segnalati, alla Prefettura di Taranto, quali assuntori di sostanze stupefacenti in quanto, durante le operazioni antidroga, sono stati trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche