10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 07:32:34

Cronaca

Sparatoria ai Tamburi, Michele Ciaccia torna in libertà

Il tribunale del Riesame ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare


Sparatoria ai Tamburi:
il quarantaquattrenne
tarantino Michele Ciaccia
torna libero.

I giudici del tribunale del
Riesame hanno, infatti, annullato
l’ordinanza di custodia
cautelare in carcere
accogliendo la richiesta del
difensore dell’uomo, l’avvocato
Salvatore Maggio. Ciaccia
è stato scarcerato perchè
per i giudici non sussistono
gravi indizi di colpevolezza.
Era stato arrestato a metà
giugno insieme al quarantaduenne
Claudio Tortorella.

I poliziotti della Squadra
Mobile avevano notificato ai
due provvedimenti restrittivi
firmati dal gip perchè
secondo l’accusa sarebbero
stati loro a sparare colpi
di pistola contro il portone
di uno stabile del quartiere
Tamburi.
I due sono ritenuti responsabili
dell’incursione a suon
di piombo compiuta in pieno
giorno il 19 febbraio scorso.

Intorno alle 12.30 furono
esplosi alcuni colpi di arma
da fuoco contro il portone
dello stabile in cui abita
un cinquantaquattrenne già
noto alle forze dell’ordine. Il
raid in via Volta, nel rione
Tamburi.
Uno dei proiettili si è conficcato
nel portone del palazzo
preso di mira. Appena scattò
l’allarme sul posto intervennero
gli investigatori della
Squadra Mobile e i loro colleghi
della Polizia Scientifica.

Per gli agenti in borghese
della questura a sparare
sarebbero stati Tortorella e
Ciaccia. Il movente sarebbe
da ricondurre a contrasti
personali con il cinquantaquattrenne
che abita nel
palazzo di via Volta. Per i
giudici del Riesame, invece,
mancano gravi indizi di
colpevolezza in ordine all’incursione
a suon di piombo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche