11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 15:46:20

Cronaca

Taroccava i dati di viaggio, denunciato autotrasportatore

I controlli della Polstrada


Controlli della Polstrada: denunciato un autotrasportatore.

Nella giornata di mercoledì, nel corso di una mirata attività gli agenti della Polizia Stradale di Taranto, impegnati nel contrasto delle illegalità nel settore dell’autotrasporto di merci e persone, hanno denunciato in stato di libertà un autotrasportatore campano di 38 anni. A bordo del suo autoarticolato, fermato dai poliziotti all’ingresso dell’autostrada A/14, nei pressi di Palagiano, è stato recuperato, all’interno del cruscotto, un congegno elettronico che era in grado di alterare la registrazione dei dati del viaggio: velocità, tempi di riposo, tempi di guida e di lavoro del conducente.

L’autoarticolato proveniente da una provincia del nord Italia, trasportava metanolo – classificato come merce pericolosa – ed era diretto in Calabria. Al conducente del mezzo è stata anche ritirata la patente di guida ed elevata una sanzione amministrativa di 1.900 euro. Intanto nella mattinata di ieri gli studenti delle classi terze della Scuola Secondaria dell’istituto Comprensivo “Montessori – Bilotta” di Francavilla Fontana hanno fatto visita alla caserma D’Oria sede del XV Reparto Mobile e della Sezione di Polizia Stradale di Taranto.L’incontro è avvenuto nell’ambito di un’iniziativa del Reparto Mobile e della locale Questura, finalizzata all’informazione ed alla sensibilizzazione dei giovani in materia di legalità e per favorire ancor di più il rapporto di vicinanza tra la Polizia di Stato ed i cittadini.

Gli studenti hanno incontrato il robot antisabotaggio “Willy” e con l’occasione gli specialisti della Polstrada hanno ancor di più sensibilizzato i ragazzi sui rischi connessi alla manipolazione impropria dei petardi. L’incontro con gli agenti della Polizia Stradale è stato utile per ribadire l’importanza dell’utilizzo del casco protettivo , quando si va in moto e delle cinture di sicurezza quando si viaggia in automobile nonché in via più generale il rispetto delle regole della circolazione stradale. La giornata si è conclusa con la visita al poligono di tiro intitolato a “Giovambatttista Cremonesi” e con alcuni momenti di confronto nei quali è emersa tutta la curiosità dei giovani ospiti sull’esperienza lavorativa del poliziotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche