25 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 25 Gennaio 2022 alle 22:11:00

Cronaca

Cozze lavate con acqua alla diossina

Sequestri al mercato ittico


Operazione Cozze Pulite al mercato ittico dei Tamburi.

Capitaneria di porto, carabinieri del Nas, personale dell’Ispettorato del lavoro, e veterinari della Asl hanno sequestrato 200 chili di cozze nere tenuti in pessimo stato di conservazione e privi di qualsiasi documentazione di tracciabilità, Sotto chiave anche tre box utilizzati senza alcun titolo, sia comunale (concessione) che sanitario (d.i.a.), propedeutico alla attività di deposito e trasformazione delle cozze, nonchè privi dei requisiti minimi di igiene. Inoltre hanno sequestrato 220 chili di gamberetti bianchi congelati con modalità e attrezzature non autorizzate e tenuti in pessimo stato di conservazione.

Sequestro per pericolo ambientale, anche di un’area di circa 2000 metri quadrati situata all’interno del mercato ittico sulla quale erano stati abbandonati rifiuti di vario genere tra i quali eternit, plastica, scarti di mitili in stato di decomposizione e carcasse di ratti. E’ stato accertato che i molluschi venivano trattati utilizzando acqua di mare prelevata dal Mar Piccolo, primo seno, dove è stata rilevata la presenza di diossine e pcb.

L’ispettorato del lavoro ha proceduto alla verifica delle aziende all’interno del mercato ittico, riscontrando la presenza di diversi lavoratori “in nero” Cinque persone sono state segnalate all’autorità giudiziaria. Il servizio veterinario della Asl per tutelare la salute pubblica ha disposto la distruzione dei prodotti ittici sequestrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche