05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 06:54:46

Cronaca

Il Partito democratico si affida a Facebook. Movimento 5 Stelle alla ricerca dell’unità perduta

Prosegue la caccia al candidato Sindaco


Sempre in alto mare la scelta del candidato sindaco del Pd.

Sabato 4 marzo l’assemblea cittadina si è conclusa con un nulla di fatto. Il coordinatore provinciale Costanzo Carrieri ha proposto di portare al tavolo del centrosinistra i nomi di Lucio Lonoce e Gianni Azzaro con questo intento: verificare se esiste gradimento degli alleati su queste opzioni e, caso contrario, puntare su un terzo nome esterno al partito. In una eventualità di questo tipo, anche per le dichiarazioni rilasciate dal diretto interessato, sembra accantonata l’idea di candidare il giornalista Walter Baldacconi.

Tuttavia la proposta di Carrieri non è stata portata in votazione. Al termine dell’animata assemblea lo stesso Carrieri si è rivolto al popolo di Facebook pur di provare a dipanare la matassa. Ha lanciato una sorta di sondaggio nel quale chiede di essere aiutato «a riflettere» e ha invitato a indicare chi, tra i nomi che circolano, «può essere un buon candidato per il centrosinistra».

L’assemblea era stata caratterizzata dalla sfida a due tra Azzaro e Lonoce. Il pirmo, capogruppo del Pd in consiglio comunale, ha chiesto «primarie aperte» mostrando di aver incassato l’appoggio di diversi segretari di circolo. Il secondo, vicesindaco, ha risposto con le firme a suo sostegno di 40 delegati dell’assemblea. Al momento si resta nel limbo. E mentre in via Principe Amedeo il Pd cercava di uscire dalla profonda crisi interna, nelle stesse ore al castello di Pulsano i Cinquestelle hanno provato a ricucirsi dopo i violenti strappi delle ultime settimane.

Allo stato risultano proposte tre liste: una del meet up “Amici di Beppe Grillo” con la candidatura a sindaco di Francesco Nevoli, un’altra del meet up “Taranto pentastellata” con candidato sindaco Sandro Bello e una terza dei fuoriusciti dagli “Amici di Beppe Grillo” che propongono Bartolomeo Lucarelli. Nonostante questa triplice frammentazione, c’è il tentativo di giungere ad una soluzione unitaria che potrebbe essere caldeggiata dallo staff di Casaleggio. La soluzione potrebbe essere quella di resettare tutto e procedere con le comunarie on line. La soluzione unitaria potrebbe avere come conseguenza un ridimensionamento della presenza dei Liberi e Pensanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche