Cronaca

Trattativa lunga per l’Ilva, ma Arcelor è ottimista

«Vogliamo un accordo soddisfacente il più presto possibile»


Un incontro interlocutorio,
durato circa tre ore,
in cui si è avviato un confronto
che ad ogni buon conto si annuncia
– come previsto – particolarmente
complesso.

Il primo tavolo di confronto tra
sindacati e Am Investco tenutosi
ieri al Mise si è chiuso con i
partecipanti hanno annunciato
che il prossimo incontro si terrà
il 13 settembre e che il primo
punto della discussione sarà
quello sull’occupazione.
Sul futuro dell’Ilva «oggi abbiamo
avviato un confronto di merito
e tutti siamo consapevoli,
il Governo per primo, che sarà
un percorso non facile». Così
il viceministro allo Sviluppo
economico Teresa Bellanova
in una nota diffusa a seguito
dell’incontro svoltosi tra parti
sociali, Amministrazione straordinaria
e Arcelor Mittal che
ha avviato la trattativa sul
piano industriale e su quello
occupazionale del Gruppo Ilva.

Allo stesso tempo, continua
Bellanova, «siamo consapevoli
di come tutti condividiamo lo
stesso obiettivo: rafforzare la
struttura e i posti di lavoro.
Per questo è bene ribadire in
premessa come non ci siano
lavoratori o siti di serie A e di
serie B: in questa trattativa
tutto è sullo stesso piano con
uguale rilevanza e priorità».
Per Bellanova è importante
«che tutti i punti emersi nel
corso della discussione odierna
trovino il giusto tempo per
essere affrontati e discussi in
un confronto di merito che si
avvalga anche delle specifiche
competente maturate sul
campo da ognuna delle parti
presenti al tavolo». Il viceministro
ritiene che ci siano tutte
le condizioni perché ciò accada,
condivide l’esigenza emersa e
rappresentata da più parti «di
darci un metodo di lavoro» e
crede utile «che già da metà
settembre partano gli incontri
con l’auspicio di arrivare quanto
prima alla sottoscrizione
dell’accordo.

Per questo chiedo
anche alle parti sociali di farci
pervenire in tempi rapidi una
proposta di punti che possano
poi essere fissati come temi di
trattativa», conclude la nota.
«Abbiamo discusso la nostra
visione di Ilva rinforzando il
concetto che si tratta di una
importante opportunità strategica
sia per l’azienda che
per ArcelorMittal e che siamo
totalmente impegnati a farne
un caso di successo». Così si
legge in una nota diffusa da
ArcelorMittal (che insieme al
gruppo Marcegaglia ha acquisito
l’Ilva attraverso la Am Investco
Italy) in cui si specifica
che la delegazione aziendale
era guidata da Geert van Poelvoorde,
ceo di ArcelorMittal
Europe Flat products, assieme
ad altri senior manager europei
del gruppo.

«Abbiamo avuto l’opportunità
di presentare ArcelorMittal e
di spiegare la nostra filosofia
operativa che si basa su un
focus molto attento alla salute,
alla sicurezza, all’ambiente, alla
ricerca e sviluppo e alla responsabilità
sociale d’impresa»,
continua la nota in cui si legge
anche si è trattato di un incontro
produttivo e utile finalizzato
a iniziare le negoziazioni.

«Abbiamo avuto la possibilità
di approfondire i dettagli
relativi alle nostre produzioni
e alla logistica, presentando
gli investimenti chiave dal
punto di vista del piano industriale
e di quello ambientale,
illustrando come nel lungo
termine intendiamo produrre
al massimo della capacità,
massimizzando le attività di
finissaggio», conclude il comunicato
di ArcelorMittal in cui il
ceo Van Poelvoorde sottolinea
«ritengo che siamo tutti impegnati
a raggiungere un accordo
soddisfacente il più presto
possibile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche