29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Cronaca

Colpi in abitazione. Zingari scatenati


TARANTO – Sono le maghe dei furti in appartamento. Quando vengono fermate per i controlli esibiscono fotocopie di riconoscimento rilasciate dal loro Paese di origine. Conoscono le migliori tecniche per introdursi nelle abitazioni. Hanno decine di alias, ovvero nomi e cognomi falsi grazie ai quali compiono una serie innumerevole di reati, in gran parte d’Italia. Nomadi, come quelle “beccate” domenica pomeriggio dai poliziotti della Squadra Volante dopo aver preso di mira gli appartamenti situati in un palazzo di via Salvo D’Acquisto. Una delle due aveva un trascorso denso di identificazioni, controlli e denunce per reati contro il patrimonio. Il sistema Afis della Questura l’ha incastrata riscontrando una serie infinita di alias.

Era stata già identificata con decine di identità diverse. Spesso sono domiciliate in un campo nomadi di altre città, poi arrivano nel capoluogo ionico per svaligiare gli appartamenti. A Taranto le due ventenni di origine croata sono state fermate grazie alla segnalazione prima della proprietaria di un appartamento che avevano preso di mira e poi dei vicini. Ora le forze dell’ordine stanno intensificando i controlli per contrastare un fenomeno che preoccupa e non poco i cittadini. Così come hanno fatto gli inquilini del palazzo di via Salvo D’Acquisto chi vede movimenti sospetti di nomadi che si aggirano nei palazzi, alla ricerca di appartamenti da mettere a soqquadro, deve subito chiamare le centrali operative di polizia e carabinieri. La collaborazione dei cittadini con le forze dell’ordine in questi casi è decisiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche