26 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2020 alle 06:19:08

Cronaca

“Florido benefattore con i soldi dei cittadini”


TARANTO – “Il presidente Florido è un benefattore. Ma con i soldi dei cittadini”. A dichiararlo è Giovanni Brigante, consigliere provinciale dell’Italia dei Valori, che prende in esame i contribuiti assegnati dalla Provincia ad enti ed associazioni per lo svolgimento di spettacoli e feste patronali. Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato tuttI gli importi ed i destinatari dei fondi assegnati dal Gabinetto della Presidenza durante il 2011. Per domani è stato convocato il Consiglio provinciale dopo il rinvio del 9 agosto. Sui banchi dei consiglieri approderà il rendiconto del 2011. “Il presidente Florido – attacca Brigante – vuole approvare una serie di debiti fuori senza aver approvato il bilancio di previsione del 2012.

I conti non tornano perché mancano i trasferimenti dello Stato ma si sono verificati, nel corso del tempo, eccessi di spesa che non permetterebbero l’approvazione del documento finanziario/contabile”. Secondo il consigliere dell’Idv le cause dell’impasse non andrebbero ricercate solo nei mancati trasferimenti agli Enti. “Quei soldi mancano nelle casse di tutte le Province. A questo punto tutti gli Enti dovrebbero essere nelle stesse condizioni di Taranto. Invece non è così, perchè le altre Province sono state più oculate nel fare le spese. Florido, invece, ha sprecato tantissimo”. E poi il rendiconto che domani dovrebbe approdare in Consiglio. “Si tratta di un rendiconto criptato. E’ difficile interpretare le spese nel dettaglio perchè, sotto un’unica voce, sono racchiuse cifre importanti. Difficile capire la reale ripartizione di queste somme”. Le conclusioni di Brigante prendono in analisi le già annunciate dimissioni di Florido: “Lui si dimetterà lasciando la patata bollente ad un commissario. Domani vedremo cosa succederà in Consiglio. Se la sua maggioranza continuerà ad assecondarlo, approvando a raffica debiti fuori bilancio, non avrò timore a denunciare la pesante situazione economica della Provincia che ormai viaggia verso il dissesto economico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche