17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 22:58:00

Cronaca

Tragedia sulla Statale 106: muore 19enne

Ancora sangue e morte sulle strade. L'incidente è avvenuto all'altezza di Metaponto, in Basilicata


TARANTO – Ancora sangue e morte sulla strada. Ancora incidenti e tragedie. Nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada Statale 106, la Jonica, ha perso la vita una ragazza tarantina di diciannove anni, Michela Cesario. è successo nel territorio di Bernalda, all’altezza di Metaponto in Basilicata.
La giovane era a bordo di un’auto che, a quanto si è appreso e secondo una prima sommaria ricostruzione dei fatti, si sarebbe schiantata contro un guard rail, in direzione del capoluogo ionico. Illeso l’uomo che guidava la vettura, ferita – in gravi condizioni – una neonata che viaggiava con la coppia. Indagini sono comunque in corso per determinare l’esatta dinamica dell’incidente.
Pesantissimi i disagi che si sono registrati sulla viabilità. Un autentico dramma, che ha funestato quella che doveva essere una serena domenica estiva.
Molto meno grave, con due feriti lievi, un sinistro che si è verificato sempre ieri, in serata, al rione Tamburi, in via Orsini.
Soltanto pochi giorni fa si era registrata un’altra vittima della strada venerdì mattina, sulla Circummarpiccolo.
Cataldo Barbieri, 58 anni, impiegato presso l’ufficio del Personale dell ’Amiu era al volante della sua Fiat Panda, nuovo tipo, che si è scontrata frontalmente con una Ford Mondeo con a bordo due persone. Barbieri, che abitava a Lama ed era il fratello di Annamaria, assessore nella prima giunta Stefàno è deceduto sul colpo.
Nel terribile impatto sono rimasti feriti gli occupanti della Mondeo i quali sono stati subito soccorsi dal personale del 118 e condotti in ospedale. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale che hanno provveduto a liberare la sede stradale (le due macchine sono semidistrutte) e i carabinieri i quali hanno eseguito i rilievi per stabilire la dinamica esatta dell’ennesima tragedia avvenuta sulle strade joniche. Ancora, qualche giorno fa due le giovani vittime in un incidente avvenuto in località Baia d’Argento, nella marina di Leporano. Due studenti universitari tarantini, entrambi di 23 anni, sono deceduti dopo che la Lancia Musa sulla quale viaggivano si è ribaltata. Il conducente è morto sul colpo, la ragazza invece è deceduta dopo il ricovero nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Ss. Annunziata. Le sue condizioni erano apparse subito disperate. Altri quattro amici che viaggiavano con le vittime a bordo della Lancia Musa sono rimasti feriti. Nei giorni precedenti un ventisettenne e un settataduenne avevano perso la vita in un incidente avvenuto lungo la statale 100. Una tremenda scia di lutti e sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche