02 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2020 alle 19:30:01

Cronaca

Rifiuti lungo la Marina e “ricordini” in Villa

Degrado in Città Vecchia. E c’è chi propone di vietare l’ingresso ai cani


Una distesa di
rifiuti ricopre il lungomare
prospiciente i giardinetti di
via Garibaldi.

Ieri mattina bottiglie di vetro,
cartacce e resti di cibo
hanno dato il buongiorno a
turisti e residenti della Città
Vecchia.
Cestini vuoti e strade sporche:
ormai una consuetudine
in una zona che, durante le
serate estive, è affollata di
gente che prova a trovare
refrigerio in uno dei tanti locali
e chioschi-bar che si trovano
a pochi passi dal mare.
E proprio dai proprietari di
queste attività commerciali
ci si aspetta uno sforzo in
più per provare ad “educare”
le orde di incivili che, ormai,
non conoscono confini.
Anche in villa Peripato,
infatti, regna il degrado.

A
segnalarci la situazione di
totale abbandono è Eliana,
una nostra lettrice. «A causa
della totale mancanza di senso
civico di qualche concittadino,
quella che in passato
era l’unica piccola “oasi”
priva delle deiezioni presenti
ormai ovunque si vada, perché
lasciate impunemente ad
imbrattare ogni via cittadina
da diversi, troppi sciagurati
possessori di cani, si sta
rapidamente trasformando in
uno spazio lercio non dissimile
dal resto della città, già
profondamente degradata. In
questo caso, però, la soluzione
ci sarebbe ed è molto
semplice: vietare del tutto
l’ingresso alla Villa Peripato
dei cani al guinzaglio con
o senza museruola (peraltro
mai vista). Verrebbero,
purtroppo,penalizzati anche
quei cittadini che responsabilmente
si attengono alle
regole, ma questo drastico
provvedimento restituirebbe
decoro all’unico spazio verde
di cui disponiamo, preservandolo
dall’imbrattamento
esistente nel resto della Città
a cui, per alcuni, è difficile
rassegnarsi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche