Cronaca

Ex Marcegaglia, torna la protesta

Giovedì sit-in sotto la prefettura


Vertenza Marcegaglia, sit-in sotto la prefettura.

Nei giorni scorsi si è tenuta una assemblea sindacale dei lavoratori ex Marcegaglia congiuntamente alle segreterie provinciali di Fim, Fiom e Uilm per fare il punto sulla vertenza che da più di tre anni incombe, senza nessuna soluzione, sulla testa dei lavoratori e delle loro famiglie. «Questi lavoratori – scrivono i sindacati conferedeali – non solo hanno perso il lavoro, man mano incomincia a scadere l’ammortizzatore sociale, (già 8 di loro, da due mesi sono senza nessuna forma di reddito), ma la cosa peggiore è che tra due mesi, esattamente a maggio, scade l’accordo di durata di 18 mesi, che impegna l’azienda Marcegaglia a ricercare un nuovo soggetto industriale che avrebbe dovuto reindustrializzare il sito tarantino, con il conseguente riassorbimento di tutti i lavoratori.

Ad oggi nulla di tutto questo. Anzi, si corre il rischio che l’azienda Marcegaglia tra due mesi abbandoni definitivamente tutti gli 84 lavoratori al proprio destino, concentrando così, come forse vorrebbe, tutte le sue attenzioni, alla corsa per l’acquisizione dell’Ilva. Gli ex Marcegaglia, nonostante i tre anni passati, continuano la loro battaglia, per rivendicare il diritto al lavoro».

I lavoratori e le segreterie provinciali di Fim, Fiom e Uilm registrano in questa vertenza, «un silenzio ed un’indifferenza da parte di tutti i soggetti politici ed istituzionali, infatti, va sottolineato che da circa tre mesi, nonostante le numerose richieste e solleciti, per poter ottenere un incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico, ad oggi non è pervenuta nessuna data utile». Per queste ragioni i lavoratori ex Marcegaglia congiuntamente alle segreterie provinciali di Fim, Fiom e Uilm, giovedì dalle 9 e «sino a raggiungimento dell’obiettivo» terranno un ulteriore sit-in sotto la prefettura di Taranto, chiedendo un incontro con il prefetto, affinché «si interfacci col Mise al fine di ottenere una data utile in cui tenere un incontro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche