31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 22:04:00

Cronaca

Aggredisce e rapina una donna mentre entrava nel portone di casa: arrestato

Identificato dai poliziotti della Mobile grazie al braccio ingessato


Aggredisce e
rapina un’anziana ma viene
identificato grazie ad un
braccio ingessato.

I poliziotti della Squadra
Mobile ieri pomeriggio hanno
arrestato il quarantasettene
tarantino Roberto
D’Aprile, persona giò nota
alle forze dell’ordine.
Vittima della rapina una
donna di 69 anni la quale,
in via Siracusa, mentre si
accingeva ad entrare nell’androne
del palazzo in cui
abita, è stata aggredita
dall’uomo.

Dopo averla seguita l’ha spintonata
con violenza impossessandosi
della borsa
contenete circa cento euro,
il telefonino cellulare, un
mazzo di chiavi ed effetti
personali.
Il malvivente è poi fuggito
mentre la malcapitata è
stata soccorsa e trasportata
al Ss.Annunziata dove i
medici le hanno riscontrato
ferite giudicate guaribili in
30 giorni.
Sul posto sono intervenuti
immediatamente equipaggi
della Squadra Mobile e della
Squadra Volante che, sulla
scorta dei primi elementi
acquisiti, si sono messi immediatamente
alla ricerca
del malfattore.

La circostanza relativa al
fatto che il rapinatore avesse
un braccio ingessato ha
consentito agli investigatori
di imboccare la pista giusta
e di giungere in brevissimo
tempo all’identificazione
dell’uomo.
Il riscontro nel momento in
cui i poliziotti hanno visionato le immagini di un impianto
di videosorveglianza
situato poco distante dal
punto in cui si è verificata
l’aggressione.
L’uomo è stato rintracciato
nella sua abitazione con ancora
indosso gli indumenti
che aveva al momento della
rapina.
Gli agenti hanno recuperato
la borsa, contenente alcuni
effetti personali della
vittima, di cui il D’Aprile
si era disfatto durante la
fuga.
Il 47enne, che già di recente
si è reso responsabile di un
analogo episodio, sempre
ai danni di una persona anziana,
dopo una breve sosta
negli uffici della questura
di via Palatucci, è stato
condotto nella casa circondariale
di largo Magli.
Il quarantasettenne tarantino
Roberto D’Aprile è in
carcere a disposizione del
giudice per le indagini che
nelle prossime ore, nel corso
dell’udienza di condvalida
del provvedimento, lo sottoporrà
ad interrogatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche