25 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 25 Gennaio 2022 alle 20:54:00

Cronaca

Fugge in scooter per evitare i carabinieri ma provoca due incidenti

Semina il panico un ventunenne che guidava senza patente


Fugge in scooter
per evitare il controllo dei
carabinieri ma provoca due
incidenti.

Identificato e denunciato
un giovane incensurato
grottagliese che guidava
la moto senza patente.
Sono stati i militari della Stazione
di Grottaglie, a conclusione
di rapidi accertamenti,
nella serata di ieri a segnalare
denunciato in stato di libertà,
per resistenza a pubblico ufficiale,
un ventunenne .
Il giovane, sprovvisto di patente
di guida perché mai
conseguita, era alla guida di
una Vespa, peraltro priva di
copertura assicurativa, e dopo
aver notato una pattuglia di
carabinieri della locale Stazione,
per evitare di essere
sottoposto ad un controllo ha
accelerato con l’intento di far
perdere le tracce.

Durante la corsa la moto del
fuggitivo si è scontata con
un’autovettura e il centauro
è caduto. Il giovane si è
rimesso subito in sella per
sottrarsi ai carabinieri che,
nel frattempo, si erano posti
al suo inseguimento visto che
il motociclista era divenuto
un pericolo per automobilisti
e pedoni.
Infatti, pochi istanti dopo, la
moto giuidata dal 21enne si
è scontrata con un’altra macchina
e il ragazzo è caduto
nuovamente sull’asfalto.
A quel punto il centauro ha
abbandonato lo scooter e si
è allontanato a piedi facendo
perdere le tracce.

I militari, dopo aver effettuato
accertamenti sulla moto
sono rapidamente risaliti al
fuggitivo che, sentendosi braccato, poche ore dopo si è
spontaneamente presentato
presso la Stazione Carabinieri
di Grottaglie dove è stato denunciato
in stato di libertà per
resistenza a pubblico ufficiale.
Sul posto sono intervenuti
anche gli agenti della Polizia
Locale della città delle ceramiche,
i quali hanno rilevato
gli incidenti e hanno elevato
le multe al ventunenne.
Invece i carabinieri della
Stazione di Taranto Centro
hanno arrestato per evasione
un ventiquattrenne residente
a Taranto che era sottoposto
alla detenzione domiciliare.
Al momento del controllo da
parte dei militari non era n
casa.
L’attività posta in essere dai
carabinieri ha consentito di
rintracciare il 24enn che,
condotto in caserma, su disposizione
del pm d turno è
stato trasferito nella casa
circondariale di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche