27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 15:53:00

Cronaca

“Verso un Movimento Civile”, i temi per una nuova Taranto

Oggi alle 10.30 l’iniziativa alla Cittadella delle Imprese


Si terrà oggi, sabato 1 aprile, alle 10.30, nella Sala Resta della Cittadella delle Imprese, l’incontro sul tema “Dalle iniziative civiche verso un grande Movimento Civile”.

All’incontro prenderanno parte, fra gli altri, il professor Riccardo Pagano, docente del Polo Universitario Jonico, e il presidente del consiglio comunale, Pietro Bitetti. Si tratta del secondo incontro pubblico nell’ambito del manifesto #tarantocittaviva, promosso dal nostro giornale per avviare un dibattito sui contenuti per la Taranto da ripensare. Il primo focus si è tenuto l’11 marzo scorso e ha visto il contributo di qualificati esperti sugli strumenti concreti per governare il territorio e restiturgli slancio e sviluppo dopo anni di inconsistenza politico-amministrativa, di scelte sbagliate o, peggio, di non scelte.

Oggi ulteriore fase di approfondimento con i temi e gli strumenti per costruire una nuova vision di città. Questi gli otto punti del focus: 

1. DISCONTINUITÀ: nei metodi di Governo; nella efficienza amministrativa; nella qualità dei servizi; nel rapporto con i cittadini.

2. LAVORO: utilizzare gli strumenti della Legge 285/78, da aggiornare e rifinanziare su Taranto come area di crisi complessa, per un grande intervento di occupazione soprattutto giovanile.

3. SVILUPPO: intervenire tempestivamente per l’istituzione della ZES (Zona Economica Speciale) per incentivare il polo industriale non siderurgico e le strutture logistiche e commerciali del porto.

4. TRANSIZIONE: guidare, utilizzando pienamente i poteri del Comune nei confronti della nuova proprietà, il dimensionamento e la riqualificazione ambientale e produttiva degli impianti dell’ILVA.

5. RISARCIMENTO: promuovere class action della comunità tarantina verso i responsabili pubblici e privati della sua intossicazione per fumi, polveri, diossine, dall’avvio dell’Italsider fino al 2015.

6. RESTITUZIONE: immediata presa in carico per il Comune, delle aree della Marina Militare e dell’Ilva che risultano in esubero rispetto ai ridimensionamenti in corso.

7. INNOVAZIONE: accordo di partenariato con l’Università: nella piena ottimizzazione della banda ultralarga; nella riforma dell’amministrazione comunale; nell’esercizio dei servizi di pubblica utilità.

8. RIGENERAZIONE: Fare Taranto nuovamente grande, con il recupero, l’aggiornamento e la realizzazione del piano strategico territoriale già esistente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche