19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 07:17:57

Cronaca

Con la moto finisce fuori strada. Perde la vita un diciannovenne


TARANTO – Un’altra giovane vittima della strada in viale Unità d’Italia. Un’altra giovane vita spezzata nel giro di 48 ore. Intorno alle 22.30 di ieri è deceduto Alessandro Cotogni, tarantino di diciannove anni con la passione delle moto e della discoteca. Il ragazzo, figlio di un medico e di una impiegata, era alla guida della sua Ktm e stava tornando a casa quando sulla Taranto-Talsano ha perso il controllo della moto che è finita fuori strada andandosi a schiantare contro un cartellone pubblicitario. Sul posto sono intervenuti subito i soccorritori del 118 i quali hanno tentato il possibile per rianimare lo sfortunato motociclista. Dopo diversi tentativi, purtroppo, non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Un inquietante deja vu in viale Unità d’Italia, una maledetta strada sulla quale in due giorni, a causa di terribili incidenti avvenuti a poche centinaia di metri di distanza, hanno perso la vita due giovanissimi tarantini. Nella notte tra mercoledì e giovedì la 22enne Vanessa Caligine, ieri il 19enne Alessandro Cotogni. Quasi la stessa dinamica, stesso tragico destino. Sul posto anche ieri sera sono intervenuti per i rilievi gli agenti del distaccamento della Polizia stradale di Manduria, diretti dall’ispettore Cosimo Dinoi. Gli stessi poliziotti mercoledì notte si erano occupati dell’incidente in cui aveva perso la vita la ragazza di ventidue anni ed era rimasto gravemente ferito il suo fidanzato venticinquenne. Ieri oltre ai rilievi hanno anche regolato il traffico che a quell’ora era sostenuto. Purtroppo non si ferma la scia di sangue sulle strade ioniche. Tre giovani vite spezzate in meno di sette giorni. Una settimana davvero tremenda. All’alba di lunedì una barista di venticinque anni aveva perso la vita in incidente verificatosi sulla Castellaneta – Castellaneta Marina. Stava andando al lavoro quando la sua auto era uscita fuori strada, schiantadosi contro un muro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche