17 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 19:50:29

Cronaca

Arriva lo stop a Campagna Amica. Niente mercatino al Borgo

Coldiretti accusa l’assessore Guttagliere


«Il Comune sta
perdendo un’occasione importante,
in questo modo
dimostra di non comprendere
le esigenze dei cittadini».

Alfonso
Cavallo, presidente della
federazione provinciale di
Coldiretti Taranto, ha espresso
così il suo rammarico per
la mancata autorizzazione al
mercato di “Campagna Amica”,
il tradizionale appuntamento
del venerdì, in via Mignogna,
con i prodotti degli agricoltori
locali.
«Il progetto di valorizzazione
del vero “made in Italy”
promosso da Coldiretti – ha
aggiunto Cavallo –, che da
4 anni animava il Borgo con
colori e sapori unici, evidentemente
non è tra i programmi
di fine mandato dell’assessore
Giovanni Guttagliere che, incomprensibilmente,
ha deciso
di interrompere brutalmente
il rapporto di fiducia creatosi
tra produttori e consumatori».

Per tutto questo periodo,
infatti, il titolare pro tempore
delle Attività Produttive aveva
sempre autorizzato il mercato
e tutte le iniziative di Coldiretti,
tutelando l’interesse degli
agricoltori che, prima di commercializzare
i loro prodotti,
hanno coltivato il contatto
diretto con i consumatori,
condividendo valori che, in
una città segnata dall’inquinamento,
sono imprescindibili.

«Scaduta la precedente autorizzazione
a marzo – ha
spiegato Nicola Motolese,
presidente di Agrimercato, il
consorzio che associa le aziende
che hanno sposato la filosofia
di “Campagna Amica” –,
avevamo presentato richiesta
di rinnovo fino a giugno. L’assessorato
Guttagliere, però,
non si è degnato di risponderci
per tempo e, di conseguenza,
rispettando le regole come
abbiamo sempre fatto, siamo
venuti in via Mignogna, ma
solo per spiegare ai cittadini
cosa stesse accadendo».
Fino alla settimana scorsa,
infatti, pareva assodato che
il mercato si sarebbe tenuto
fino a giugno, nonostante le
continue sollecitazioni dell’assessore
a trasformare l’appuntamento
fisso in una “carovana”
itinerante tra i quartieri
cittadini.

«Abbiamo sempre
rigettato quell’ipotesi – ha
aggiunto Motolese – proprio
per evitare il disorientamento
dei consumatori e maggiori
difficoltà per i produttori che,
lo ricordiamo, vendevano il
venerdì pomeriggio quanto
raccolto la mattina».
Poi qualcosa è cambiato:
«Dobbiamo pensare che l’amministrazione
abbia ceduto a
pressioni esterne? Eppure per
tutti questi anni, nonostante
le lamentele di pochissimi
commercianti, il mercato di
“Campagna Amica” è stato un
appuntamento atteso e sostenuto.

I nostri banchi hanno
ravvivato il Borgo, portando
in centro centinaia di consumatori».
Che meritano attenzione,
come detto, soprattutto da
parte delle istituzioni: «Sosteniamo
da sempre “Campagna
Amica” – ha dichiarato
il presidente provinciale di
Federconsumatori Maria Antonietta
Brigida, anche lei
in via Mignogna –, perché
riteniamo che la filosofia del
“km 0” incarni perfettamente
l’idea di tutela del consumatore.
Ci pare strano, quindi,
che in una città come Taranto
questa opportunità non debba
essere garantita». Medesimo
stupore che ha colto decine
e decine di cittadini che,
sacchetti alla mano, hanno
chiesto conto dell’assenza dei
produttori di Coldiretti.

«Era
una delle poche occasioni per
vedere ravvivarsi il Borgo», il
commento di molti. Nessuna
esitazione da parte loro, quindi,
a sottoscrivere la petizione
di Coldiretti per sollecitare
l’amministrazione a garantire
la sopravvivenza del mercato,
almeno fino a giugno: «Così
facciamo sentire la nostra
voce – hanno spiegato – e
rinnoviamo quel patto che ha
visto gli agricoltori “curarsi”
della qualità del cibo che
mangiamo».
«In ogni caso – ha concluso il
presidente di Coldiretti Taranto
– noi torneremo nel Borgo.
Magari lo faremo con una forma
differente, ma l’esperienza
di “Campagna Amica”, tanto
florida in molte città italiane,
non può dissolversi così. Cercheremo
di capire perché un
progetto di così ampio respiro
non abbia acceso la sensibilità
dell’assessore Guttagliere».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche