29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Cronaca

“Florido manda a casa l’Amministrazione per ambizione personale”


TARANTO – “Quella di Florido mi sembra una scelta a dir poco inopportuna. Un presidente non può dimettersi, mandando a casa una Amministrazione, per andare incontro ad una ambizione personale”. Non le manda certo a dire, come suo costume, il consigliere provinciale di At6 Mario Cito. Le ventilate dimissioni del presidente della Provincia Gianni Florido sono oggetto di un duro attacco dell’opposizione. Il numero uno di Palazzo del Governo avrebbe da tempo annunciato il disimpegno dall’Ente provinciale per concorrere ad uno scranno in Parlamento alle prossime elezioni Politiche. Nei giorni scorsi era stato Luigi Laterza, consigliere provinciale e vicecoordinatore provinciale del Pdl, a prendere posizione a riguardo, non mancando di mettere in seria discussione l’operato dell’Amministrazione guidata da Florido.

Oggi, invece, abbiamo intervistato Mario Cito, leader della Lega d’Azione Meridionale. Il rendiconto del 2011 attende, così come il bilancio di previsione, di essere approvato dal Consiglio. Cosa sta bloccando il via libera a questi provvedimenti? “Secondo quanto mi risulta non si riesce ad approvarli perchè, oltre ai sette milioni di euro di trasferimenti, che dovevano arrivare dalla Regione Puglia, mancano all’appello un paio di milioni di euro frutto di un “ammanco”, scoperto dalla Guardia di Finanza, ad opera di un ex dirigente”. Come giudica il provvedimento che l’Ente si appresta a varare per il Ctp? E’ stato modificato lo statuto del Consorzio per permettere la nomina di un amministratore unico. “La legge lo prevede. Non mi sembra una mossa sbagliata. Per una volta si pensato di risparmiare. Vedremo con quali modalità si procederà alla nomina dell’amministratore unico”. Dopo otto anni di governo della Provincia come reputa la gestione amministrativa targata Florido? “Non posso che ripetere quanto detto, a più riprese, durante la campagna elettorale di tre anni fa: Florido non è idoneo a guidare la Provincia. Spiace dirlo ma i fatti mi hanno dato ragione”. Come giudicherebbe l’eventuale disimpegno di Florido? “Non mi piace entrare nel merito di questioni che riguardano la vita personale ma in questo caso non posso fare a meno di notare che mi sembra una scelta a dir poco inopportuna. Un presidente non può mandare a casa una Amministrazione per andare incontro ad una ambizione personale”. E lei, sta pensando di candidarsi alle prossime Politiche? “Stiamo seguendo con attenzione l’evolversi della situazione. L’idea c’è ma ci auguriamo che venga approvata una nuova legge elettorale anche perché bisogna ridare agli italiani il diritto di scegliersi i propri rappresentanti in Parlamento”.

Fabio Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche