Cronaca

Recuperati i soldi per i bambini ammalati

Scintille tra Cinquestelle e Pd sull’associazione che gestisce il servizio


Recuperati i soldi
per i progetti ludico educativi
destinati ai bambini
ammalati.

Il consiglio comunale
è tornato ad affrontare
il nodo che aveva fatto
esplodere la guerra tra il
sindaco Rinaldo Melucci e il
capogruppo del Pd, Gianni
Azzaro. Una guerra che che
aveva vissuto il suo momento
topico con il gruppo dei renziani
che aveva fatto cadere
il numero legale nella scorsa
seduta consiliare facendo
slittare l’approvazione del
riequilibrio di bilancio. Una
mossa che aveva indotto il
sindaco a minacciare addirittura
le dimissioni.
Pace fatta a distanza di qualche
giorno, grazie all’opera
delle diplomazie di partito e
suggellata da un documento
nel quale lo stesso Azzaro
aveva specificato che mai
era venuto meno l’intento di
sostenere l’amministrazione
del sindaco Melucci.

Al rientro in aula è toccato al
consigliere comunale Dante
Capriulo, presidente della
commissione bilancio e delegato
alla programmazione
finanziaria, spiegare che sono
stati recuperati 260 mila
euro da una disponibilità di
973mila euro rivenienti dai
fondi della Legge 285. Da qui
un atto di indirizzo – che ha assorbito l’originario emendamento
proposto da Azzaro
– da affidare alla direzione
finanziaria.

Le polemiche,
però, non sono mancate.
Francesco Nevoli (M5S) ha
manifestato il dubbio che si
stiano strumentalizzando i bambini per agevolare l’associazione
che gestisce il
servizio e favorirne la prosecuzione
dell’attività.
Pronta la replica di Azzaro, il
quale ha persino ventilato il
rischio di querele. «Nessuno
– ha dichiarato il capogruppo
Pd – ha parlato di affidare il
servizio all’Arciragazzi, la cui
gestione scade ad ottobre. Il
nostro intento è solo quello
di garantire la continuità del
servizio e ci sarà presto un
regolare bando».
Piero Bitetti
Stilettata alla maggioranza
da Giampaolo Vietri (Forza
Italia): «Questo progetto andava
finanziato nel bilancio
di previsione del 2017. Non
l’avete fatto e al governo
della città c’eravate sempre
voi. Questo episodio è emblematico
del modo in cui sono
state gestite le politiche
sociali in questi anni».
Al momento di andare in
stampa la seduta era ancora
in corso per l’approvazione
del riequilibrio di bilancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche