L'intervento dei carabinieri

Perseguita la moglie, arrestato a Paolo VI

Un 50enne è ai “domiciliari” con braccialetto elettronico

Cronaca
Taranto sabato 22 aprile 2017
di La Redazione
Ancora una storia di violenza sulle donne
Ancora una storia di violenza sulle donne © Tbs

Più volte avrebbe atteso sotto casa la moglie, dalla quale si stava separando e l’avrebbe ricoperta di insulti.

Appostamenti, pedinamenti e minacce che sono costati cari ad un cinquantottenne tarantino che è stato arrestato per stalking. Sono stati i carabinieri della Stazione di Taranto Nord a notificargli una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Taranto, dott. Pompeo Carriere, su richiesta del sostituto procuratore dott.ssa Antonella De Luca.

L’ attività investigativa, dalla quale è scaturito il provvedimento restrittivo, sono state condotte dai militari dell’Arma che hanno raccolto le denunce della moglie dell’indagato, una quarantacinquenne. Sono stati infatti accertati, nel periodo compreso tra novembre 2016 del 2016 e gennaio del 2017, atti persecutori da parte de 50enne nei confronti della donna, I carabinieri della Stazione di Taranto Nord, dopo aver ricevuto le denunce e dopo aver eseguito gli accertamenti, hanno chiesto all’autorità giudiziaria l’emissione di una misura cautelare finalizzata ad impedire la reiterazione del reato. L’indagato, dopo l’esecuzione delle misura cautelare, su disposizione del gip del Tribunale di Taranto, hanno sottoposto il cinquantenne agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico presso l’abitazione della sorella.

Dovrà rispondere del reato di atti persecutori.

Lascia il tuo commento
commenti