29 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 28 Gennaio 2022 alle 22:49:00

Cronaca

Accordo per gli ex Isolaverde

Regione, Commissario e Comune si impegnano a salvare 120 lavoratori


«Vorrei esprimere
la felicità della Regione Puglia
per la soluzione di questo
caso drammatico di Isolaverde.
Un caso particolarmente
complesso e triste perchè ha
riguardato dei lavoratori con
grandi capacità operative che
hanno saputo fare il loro lavoro
seppure nell’ottica di una società
a totale partecipazione
pubblica».

Così il presidente della Regione
Puglia, Michele Emiliano, che
lunedì scorso ha sottoscritto
l’Accordo di collaborazione tra
Regione Puglia, Commissario
straordinario per le bonifiche
e Comune di Taranto. L’accordo
servirà ad attuare il progetto
“Verde Amico” con l’obiettivo
di qualificare e ricollocare,
nell’ambito delle bonifiche e
della riqualificazione e ambientalizzazione
dell’area di
Taranto, i 120 lavoratori provenienti
dalla ex Taranto Isolaverde,
società in house della
Provincia, dichiarata fallita nel
luglio 2016.

«Sono particolarmente contento
che questo salvataggio
sia avvenuto in una città come
Taranto, martire del lavoro – ha
aggiunto Emiliano. Stiamo seguendo
tutto ciò che riguarda
questa città con grandissima
attenzione e partecipazione.
Ho detto più volte che Taranto
mi è entrata nel sangue ed
evidentemente questa sua
sofferenza infinita è per me
una fonte continua di energia
e di stimolo a fare il meglio
possibile».
Il capogruppo Pd in Consiglio
regionale, Michele Mazzarano,
parla di “promessa mantenuta”.

«Con l’impegno della Regione
Puglia e la disponibilità del
Commissario per le bonifiche,
vediamo finalmente risolta la
vertenza dei lavoratori della
società Isolaverde che vedranno
riconosciuta la piena
dignità del proprio lavoro.
Un’intesa di grande novità e
qualità promossa dalla Regione
Puglia e dal Presidente Michele
Emiliano, che con costanza
e determinazione ha cercato
ed ottenuto questo accordo,
facendosi carico delle inadempienze
della Provincia di
Taranto. Mentre la Provincia
si ostinava a perseguire improbabili
soluzioni al tavolo
del Cis, – ha aggiunto ancora
Mazzarano – la Regione Puglia,
con Leo Caroli e in sintonia
con i sindacati, ha lavorato in
silenzio, lontano dai riflettori
ma in maniera concreta a costruttiva.
Il risultato di oggi è il
coronamento di questo lavoro».

«Vorrei infine sottolineare
come, insieme alla risoluzione
del problema occupazionale per
120 persone, questo accordo
– ha concluso Mazzarano –
abbia anche un grande valore
strategico, perché conferma la
determinazione della Regione
Puglia ad affermare un sistema
di sviluppo sostenibile ed
ecocompatibile».
Sull’argomento si registra anche
l’intervento del consigliere
regionale de La Puglia con
Emiliano, Giuseppe Turco.
«Finalmente si volta pagina
dando una speranza in più
a 120 famiglie che da anni
chiedevano solo un diritto: il
diritto al lavoro. E per una terra
martoriata come quella di Taranto
è una notizia che riempie
di gioia. Ma non basta, non sia
una goccia nel mare. Adesso
la politica tutta faccia ancor
di più per una comunità che
chiede salute e occupazione.

Da ex consigliere provinciale –
spiega Turco – conosco benissimo
questa vicenda. Conosco la
sofferenza e la disperazione dei
lavoratori, le loro storie, le loro
ansie e le loro paure. Oggi questo
accordo ci riempie il cuore
di gioia perché dimostra che,
quando c’è la reale volontà, è
possibile trovare una soluzione.
E per Taranto è doppiamente
una buona notizia che coniuga
lavoro e salute visto che i
lavoratori saranno impiegati
nelle bonifiche ambientali.
Sono sicuro – conclude Turco –
che Isolaverde è solo uno dei
primi impegni che il nostro
presidente Emiliano riuscirà a
mantenere per Taranto. E noi
in questa battaglia saremo al
suo fianco».

Anche il consigliere regionale
Gianni Liviano si dice
«assolutamente soddisfatto
perché con la sottoscrizione
dell’accordo vedo giungere a
felice compimento un percorso
avviato a settembre dell’anno
scorso quando, da assessore
regionale all’Industria turistica
e culturale, durante un incontro
con il commissario Corbelli e
con il capo di Gabinetto della
Regione Puglia, dott. Claudio
Stefanazzi, gettammo le basi
per verificare se ci fossero le
condizioni per impiegare gli
operai della società Isolaverde,
altrimenti destinati al
licenziamento, nelle opere di
bonifica. L’accordo tra Regione
e commissario straordinario
evidenzia come, circa un anno
fa, avevamo visto nella direzione
giusta.

Adesso – conclude
Liviano – l’auspicio è che la Regione
Puglia, e su questo il mio
impegno continuerà ad essere
massimo – organizzi quanto prima
i corsi di formazione per gli
ex dipendenti di IsolaVerde».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche