24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Cronaca

In manette mentre intasca il “pizzo”

Un arresto a Talsano. Vittima un giovane imprenditore edile


Intasca la busta con i soldi dell’estorsione e finisce nella trappola dei carabinieri. Il blitz ieri pomeriggio a Talsano.

I militari in borghese dell’Aliquota operativa della Compagnia di Taranto hanno arrestato Luca Fontana, trentaduenne originario del capoluogo jonico e residente a Talsano, con numerosi precedenti alle spalle.
I carabinieri hanno prima ricevuto la denuncia da parte di un giovane imprenditore, impegnato in lavori edili in un’area a sud di Taranto, il quale, allarmato, ha riferito che dopo continue minacce Fontana gli aveva intimato di consegnargli un “pizzo” di 1750 euro.
Gli investigatori dell’Arma hanno subito attivato un prolungato ed articolato servizio di appostamento e e pedinamento nella zona in cui Fontana aveva dato appuntamento alla vittima.
Nel pomeriggio di ieri, infatti, dopo un’attesa di qualche ora, nella zona indicata si è presentato proprio Fontana, il quale, giunto al volante di un’ autovettura, si è avvicinato alla vittima ottenendo una busta con il denaro contante richiesto, 1750 euro in banconote di vario taglio.
Dopo la riscossione dei soldi la fuga del trentaduenne è stata interrotta dall’intervento immediato dei militari dell’Arma, i quali hanno bloccato l’autore dell’estorsione che è stato subito perquisito e trovato in possesso del denaro che aveva appena intascato.
Luca Fontana è stato subito condotto al comando provinciale di viale Virgilio e dopo le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto e trasferito nella casa circondariale di largo Magli a disposizione del magistrato di turno, dott.ssa Ida Perrone.
Il denaro che il trentaduenne tarantino aveva appena intascato in cambio di protezione è stato subito restituito al giovane imprenditore edile rimasto vittima dell’estorsione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche