17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 13:49:00

Cronaca

Sgominata la banda del bancomat

Nel 2016 ha messo a segno una serie di colpi a Lizzano e a Grottaglie


La banda del bancomat,
sgominata durante
un blitz dei carabinieri, ha
assaltato anche un istituto
di credito di Lizzano e per
due volte un distributore di
carburanti di Grottaglie.
Cinque brindisini sono stati
arrestati, stamattina, nella
operazione Cashpoint.
Il quintetto era finito già
sotto processo ad Ancona.

Risponde di associazione
per delinquere finalizzata
alla commissione di furti ai
danni di istituti di credito,
uffici postali, gioiellerie e
aree di servizio compiuti dal
gennaio del 2016 nelle province
di Ancona, Macerata,
Fermo, Ascoli Piceno, Bari,
Brindisi, Taranto e Lecce.
Del gruppo avrebbero fatto
parte altre persone con il
ruolo di “collaboratori ”.
Si tratta di un agricoltore
brindisino; del titolare di
una ditta di autodemilizione
della provincia leccese; di
un commerciante di origini
toscane che avrebbe ricoperto
il ruolo di basista; di un
barese ricettatore di auto; di
un commerciante di Ostuni;
di un operaio marchigiano.
Nell’inchiesta dei carabinieri
del Nucleo Operativo e Radiomobile
della Compagnia
di Osimo sono stati scoperti
venti furti, con danni di
700mila euro.

La banda del bancomat è
stata incastrata grazie ai
filmati dei sistemi di videosorveglianza
e alle intercettazioni
telefoniche e
ambientali.
Secondo l’accusa i cinque
brindisini sarebbero gli autori
di un furto compiuto ai
danni della Bnl di Lizzano
il 24 settembre del 2016;
di un tentato furto ai danni
del distributore carburanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche