Cronaca

I “Florido boys” al presidente: Devi restare


TARANTO – Prima un vertice tra i consiglieri di maggioranza. Poi un confronto tra gli assessori della Giunta. La sintesi è scontata: Florido non deve dimettersi. Una richiesta che, ridotta ai minimi termini, mette in risalto il clima di paura che serpeggia tra i floridiani per l’eventuale perdita della poltrona. Ma procediamo con ordine. La giornata in Provincia è cominciata di buon mattino. Alle 8.30 i primi consiglieri hanno varcato il portone di Palazzo del Governo per partecipare all’incontro convocato dal vicepresidente Costanzo Carrieri. Un paio d’ore d’attesa prima di radunare le anime della maggioranza e poi il dibattito a più voci.

“In questa fase delicata, in cui si aprono i problemi relativi all’Ilva ed al riordino delle Province, è necessario approntare una lettura attenta – ha dichiarato Carrieri. Siamo certi che Florido leggerà l’intero contesto della città con senso di responsabilità”. Per capirci, l’intento del presidente Gianni Florido, sarebbe quello di dimettersi in modo da concorrere ad uno scranno in Parlamento alle prossime elezioni politiche. Una presa di posizione che mobilita gli aficionados. “Consiglieri e assessori sono chiamati a farsi carico della situazione, mettendo da parte anche legittime ambizioni personali – ha spiegato il vicepresidente della Provincia. E’ giusto che a governare questo processo sia chi è stato eletto dal popolo e non un commissario prefettizio”. E Florido come la pensa? Un interrogativo al quale è difficile dare una risposta, anche alla luce dell’assenza del presidente al summit di questa mattina. “Florido – ha spiegato Carrieri – avrà modo di leggere il verbale degli incontri di stamattina”. Basterà a fargli cambiare idea? La risposta potrebbe arrivare già domani, quando il presidente prenderà la parola in apertura dei lavori del Consiglio provinciale. In aula approderà il rendiconto del 2011, forse l’ultimo atto della Giunta Florido, o forse no.

Fabio Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche