Cronaca

L’accusa a Emiliano: terrorismo fotografico

«Uso politico di immagini scientificamente non validate»


La stroncatura è arrivata
dall’ex direttore dell’Arpa, Giorgio
Assennato: «Esempio di uso politico
di immagini ad alto contenuto emotivo
ma scientificamente non validate».

La
discussa foto del bambino con la maschera
antigas fatta circolare sui social
e “caldeggiata” dal presidente della
Regione, Michele Emiliano, ha trovato
un suo scientifico oppositore proprio
in Assennato, che sempre via social ha
duramente censurato il governatore:
«Ci sono molti studi sull’esposizione
dei bambini dei Tamburi, alcuni
evidenziano associazioni tra esposizione
ambientale ed effetti subclinici,
nessuno giustificherebbe l’uso di una
maschera antigas. L’eccessiva drammatizzazione
di una situazione che
comunque richiede interventi come
la copertura dei parchi minerali non
giova alla causa e determina un’angoscia
nelle famiglie degli esposti
che non trova alcuna giustificazione
nell’evidenza e che può costituire di
per sé un’ulteriore criticità sanitaria».

«I problemi ci sono – conclude Assennato
– ma si affrontano con la conoscenza
scientifica e con una buona
politica, non “istituzionalizzando” il
terrorismo fotografico».
La foto, girata in rete all’indomani
della tempesta di polvere minerale
che il 23 ottobre ha soffocato il rione
Tamburi, ha sollevato molte polemiche
sui social: per l’uso spregiudicato e
poco rispettoso che si sta facendo delle
immagini dei bambini di Taranto e
perché alimenta il dubbio che la sollecitazione
partita dal presidente della
Regione a condividere quel lugubre fotomontaggio
rientri a pieno titolo nella
guerra che si è scatenata all’interno
del Pd e nella crociata che Emiliano
conduce contro il governo e l’ala renziana
del suo partito.

Più di qualcuno
sui social ha sottolineato il rischio che
i bambini dei Tamburi finiscano per diventare carne da macello per lotte
politiche che poco hanno a che fare
con la tutela della salute. Soprattutto
se ad incitare l’uso di simili immagini
è chi, come Emiliano, avrebbe il
potere istituzionale di intervenire in
materia sanitaria. A Taranto, invece,
la sanità continua a subire tagli. E
quella fotografia diventa solo un modo
per soffiare sulle paure, amplificare le
angosce e aizzare la piazza, sia pure
solo virtuale, contro qualcuno. Roba
da Grillo o da Salvini, insomma.
Populismo spicciolo. Terrorismo, per
dirla con Assennato.

Enzo Ferrari
Direttore Responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche