Cronaca

Con l’esplosivo per l’assalto al bancomat

Colpo grosso nel cuore della notte in via Gregorio VII, a Talsano


Assalto al bancomat
a Talsano- Tramontone.

La scorsa notte intorno alle
3.30 i ladri, con la tecnica
della marmotta, hanno fatto
saltare in aria lo sportello
bancomat dell’istituto di
credito situato in via Gregorio
VII.
Dopo la deflagrazione della
micro carica di esplosivo
che viene inserita nella cassa
bancomat i ladri si sono
impossessati di due cassette
di sicurezza con all’interno
qualche decina di migliaia di
euro. Messo a segno il colpo
la banda è fuggita a bordo
di una macchina di grossa
cilindrata. Le indagini sono
state avviate dai carabinieri
della Stazione di Talsano e dai
loro colleghi della Compagnia
di Taranto.

I rilievi sono stati
eseguiti dagli artificieri del
Nucleo investigativo del comando
provinciale. Le riprese
filmate delle telecamere di
sorveglianza potrebbero servire
per identificare gli autori
del raid. Non è escluso che
si tratti della stessa banda
di professionisti che da mesi
sta prendendo di mira le casse
bancomat del capoluogo e
della intera privincia jonica
ma anche del Brindisino e del
Salento. Si tratterebbe di una
gang che è specializzata nei
furti e che agisce in trasferta.
I malviventi entrano in azione
sempre alla stessa ora
(alle 3.30) e con lo stesso
modus operandi (tecnica della
marmotta) poi una volta arraffato
il bottino fuggono a
bordo di macchine rubate (
Audi o Bmw).

Nelle ore precedenti,
invece, intorno alle 15,
due malviventi avevano preso
di mira un istituto di credito
situato a Palagiano. Due
banditi che avevano il volto
coperto da passamontagna
hanno fatto irruzione in una
banca situata in corso Vittorio
Emanule e sotto la minaccia
di un taglierino si sono fatti
consegnare da un impiegato
la somma che era custodita in
cassaforte, circa 5mila euro.
Dopo aver portato a termine
la rapina i malfattori sono
fuggiti a bordo di una Fiat
Uno che avevano rubato poco prima nel paese. Appena è
stato lanciato l’allarme sul
posto sono intervenuti i carabinieri
della locale Stazione e
della Compagnia di Massafra.
Durante le ricerche i militari
dell’Arma hanno rinvenuto in
via Roma la macchina utilizzata
dai malviventi. Hanno
abbandonato la Fiat Uno e
con molta probabilità sono
fuggiti su un’autovettura di
grossa cilindrata guidata da
un complice. Posti di blocco
in tutta la zona ma dei banditi
si erano ormai perse le tracce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche