29 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Ottobre 2020 alle 09:13:06

Cronaca

Confiscati dai carabinieri beni per 50 milioni di euro al “re delle slot machines”

Sequestri anche a Taranto e provincia


Dall’alba di oggi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari stanno eseguendo la confisca di beni per un valore di 50 milioni di euro.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Bari nei confronti di Giuseppe CASSONE, 68enne di Gravina in Puglia, pregiudicato per bancarotta fraudolenta, truffa e ricettazione.

L’imponente misura, eseguita tra le province di Bari, Taranto, Messina e Matera.

In particolare, il compendio aziendale di ben 6 società confiscate ed operanti nel settore degli apparecchi da gioco, riconducibili al CASSONE ed ai suoi familiari, è costituito da circa 1.500 slot machines distribuite su tutto il territorio nazionale all’interno di centri scommesse ed esercizi pubblici.

Tutti i particolari nell’edizione di oggi di Taranto Buonasera in distribuzione a partire dalle 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche