15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Cronaca

L’ex boss Orlando D’Oronzo torna in città e viene arrestato


TARANTO – L’ex boss Orlando D’Oronzo torna in città e viene arrestato per violazione degli obblighi della sorveglianza speciale. “Tradito” dagli affetti familiari è stato fermato dalla polizia, per non aver rispettato le prescrizioni imposte dall’obbligo di soggiorno che ha in una città della Sardegna. E’ tornato nella sua Taranto per stare con i parenti ma il viaggio sul “continente” gli è costato caro. Infatti nella tarda mattinata di ieri gli agenti della Squadra Mobile lo hanno notato mentre passeggiava in via Alto Adige, con familiari e amici.I poliziotti in borghese della questura sapendo che il 54enne tarantino è attualmente sottoposto al regime della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno in Sardegna lo hanno immediatamente fermato e condotto negli uffici di via Palatucci.

Le successive indagini hanno consentito agli investigatori della Mobile di accertare la mancanza di qualsiasi autorizzazione, rilasciata dalle autorità competenti, che consentisse la presenza nel capoluogo jonico dell’ex boss. Dichiarato in arresto è stato processato per direttissima. Orlando D’Oronzo è un esponente storico della mala locale, capo dell’omonimo clan che negli anni Novanta entrò in contrasto con i Modeo. Alla fine degli anni Novanta il processo al suo gruppo che si è concluso con pesanti condanne per associazione a delinquere finalizzata alle estorsioni. Il carcere e poi la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno in una città della Sardegna. Ieri l’ex boss è finito nei guai perchè, come si diceva, è stato “tradito” dall’affetto per i familiari, soprattutto per i nipoti, che risiedono nella sua città natale. Gli investigatori della Mobile chein passato sono stati impegnati, a lungo, a combattere i potenti gruppi malavitosi, hanno riconosciuto l’ex boss e lo hanno condotto in questura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche