14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Cronaca

Il futuro delle cozze tarantine, vertice a Palazzo di Città

Riuniti i rappresentanti di tutte le associazioni di categoria della mitilicoltura


L’altra mattina, a Palazzo di Città, il sindaco Melucci
ha incontrato i rappresentanti di tutte le associazioni
di categoria della mitilicoltura tarantina: Lega Pesca, Agci
Pesca, Unicoop Taranto, Unci Pesca e Confcommercio.

Presenti all’incontro anche i rappresentanti della Asl, dr.
Conversano, dr. Basile, per relazionare sulla situazione
del comparto, e i rappresentanti della Direzione Sviluppo
Economico e Marketing Territoriale, essendo la mitilicoltura
tarantina considerata dall’Amministrazione «un asset
strategico per lo sviluppo economico della città».

«L’incontro si è articolato su due diverse direttrici – si
legge in una nota del Comune – individuazione delle soluzioni
tecniche ed economiche a supporto della attuale
emergenza di moria dei mitili causato dall’innalzarsi delle
temperature dell’acqua in alcune zona di coltura, e impostazione
di una linea di azione sistemica a prevenzione di
tale problematica e a supporto dello sviluppo del settore.
Nel corso dell’incontro, con il fattivo contributo di tutti i
presenti, si è fatta sintesi delle soluzioni possibili portate
dai partecipanti, individuando quale linea immediata di
azione un coinvolgimento della Regione nel fronteggiare
l’attuale crisi e lo stanziamento di fondi a sostegno degli
operatori colpiti.
Parallelamente è emersa una linea d’azione progettuale
che verrà formalizzata in un Atto di Indirizzo presentato
dalla Giunta al Consiglio comunale, finalizzata ad una
stringente tutela e valorizzazione del prodotto tarantino,
tramite l’individuazione e creazione delle necessarie
strutture logistiche di sostegno, lo sviluppo di puntuale
attività comunicativa sull’effettivo stato di buona salute
di ampia parte delle zone di produzione tarantina, l’impostazione
di attività di monitoraggio e ricerca scientifica,
in collaborazione con Asl, Cnr ed Università e il contrasto
all’abusivismo e alla introduzione fraudolenta di prodotto
sul mercato».

Nell’incontro si è inoltre definito di convocare il tavolo
con cadenza periodica «fino a corretto indirizzamento del
settore al fine di consentire un costante e costruttivo confronto
fra Amministrazione e comparto della mitilicoltura».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche