05 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 05 Dicembre 2020 alle 16:02:00

Cronaca

Negozio nel mirino dei ladri, scattano tre arresti

Per evitare il controllo i ladri si sono nascosti dietro le macchine in sosta. Sequestrati “piedi di porco”


Sono stati sorpresi
a forzare la saracinesca di un negozio:
tre giovani arrestati dalla
Polizia di Stato.

Intorno alle tre della notte tra lunedì e martedì gli agenti della Sezione Volanti,
allertati dai loro colleghi della
sala operativa della questura, sono
immediatamente intervenuti in via
Oberdan dove erano stati segnalati
due giovani intenti a forzare la saracinesca
di un esercizio commerciale
e un terzo appostato all’angolo
della strada a fare da “palo”.

Il terzetto alla vista dell’auto della
Polizia ha tentato di evitare il
controllo nascondendosi dietro le
macchine in sosta.
Tentativo fallito. I tre giovani, il
venticinquenne Luigi Pontrelli, il
ventottenne Luigi Giannotta e il
diciottenne Agostino Cassese, sono
stati subito fermati.
Poco distante i poliziotti hanno recuperato
“piedi di porco” di diversa
lunghezza utilizzati per forzare la
saracinesca del locale.
Il successivo sopralluogo ha consentito
agli agenti di accertare che
la saracinesca del locale era sollevata
e danneggiata evidente segno
del tentativo dei tre giovani di
entrare nell’esercizio commerciale.

Accompagnati negli uffici della
questura di via Palatucci i tre
dopo le formalità di rito sono stati
dichiarati in arresto per tentato
furto aggravato.
Le forze dell’ordine in questo periodo
hanno intensificato i controlli
in città dopo diverse segnalazioni
di furti ai danni di negozi . Infatti
nei giorni scorsi tre giovani tarantini
sono finiti nella rete mentre
mettevano a segno un furto in un
esercizio commerciale di via Puglie.

I poliziotti della Volante hanno
sorpreso i tre ladri i quali hanno
tentato la fuga in diverse direzioni.
Dopo un brevissimo inseguimento,
due sono stati fermati mentre il
terzo è riuscito a far perdere le sue
tracce. I due, rispettivamente di
25 e 28 anni e già conosciuti dalle
forze dell’ordine perché autori di
reati analoghi, sono stati trovati
in possesso di numerosi arnesi atti
allo scasso. Le immediate indagini
hanno consentito agli agenti
di constatare che i due fermati
avevano già spostato le telecamere
di videosorveglianza installate
all’esterno del negozio e praticato
un foro all’altezza della serratura
della porta d’ingresso del locale.
I due sono stati accompagnati negli
uffici della questura e denunciati in
stato di libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche