16 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Ottobre 2021 alle 21:54:00

Cronaca

Lotta all’abusivismo. Sì, ma in tutti i settori

Confartigianato Taranto commenta l’operazione congiunta di vigili urbani e polizia messa a segno mercoledì


«Il controllo del territorio in maniera assidua
non può che pagare e portare dei risultati. Lo abbiamo sempre
chiesto. I recenti sequestri di merce venduta abusivamente
ne sono la testimonianza. C’è tanto ancora da fare e se
questa amministrazione intende davvero ripristinare le
corrette regole del mercato, come fiduciosi ci auguriamo,
bisognerà profondere molti sforzi».

Confartigianato Taranto
commenta l’operazione congiunta di vigili urbani e polizia
messa a segno ieri, nell’ambito del contrasto all’abusivismo
commerciale.
«L’abusivismo in tutte le sue forme deve essere combattuto
e duramente, occorre ridare fiducia agli operatori regolari
e rieducare i cittadini, ricordando ed applicando loro le
sanzioni previste quando ci si serve di abusivi che, in
barba a tutte le leggi, vivono alle spalle del prossimo senza
pagare imposte, tasse e contributi, visto che in città operano
tantissimi venditori ed artigiani irregolari in maniera costante
e spesso organizzata – spiegano dalla Confartigianato.

Ma
ovviamente sappiamo tutti che il fenomeno è di dimensioni
spaventose, fuori controllo, ma bisogna agire a contrasto.
Persone che si spacciano per estetiste e parrucchieri che girano indisturbatamente nei nostri condomini per
servire i loro clienti, officine meccaniche e carrozzerie
negli scantinati o peggio alla luce del sole che lavorano
abusivamente, sono solo alcuni esempi delle illegalità che
attanagliano il mercato del lavoro e dell’impresa del nostro
territorio e, considerato il progressivo dilagare nel tempo,
non possiamo che prendere la palla al balzo e ritornare con
forza sul tema, correndo a supporto dell’Amministrazione
comunale per verificarne intenzioni e campo di azione e dare
il nostro fattivo contributo».

Confartigianato, quindi, chiede
«subito un incontro con l’assessore allo Sviluppo economico
del Comune di Taranto per confrontarci sulla problematica
dell’abusivismo non solo commerciale ma anche artigiano,
auspicando che ci si concentri anche su quest’ultimo
fenomeno, sicuramente più diffuso da tutti i punti di vista.
L’impegno per la legalità, lotta alla contraffazione, lotta
all’abusivismo in ogni forma, cultura delle regole, no al racket
e all’usura, ma anche cultura della sicurezza per le imprese
sono temi fondamentali per la nostra associazione e per le
aziende del territorio, perché la concorrenza tra imprese
deve fondarsi proprio su una cultura delle regole condivisa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche