Cronaca

Cade dal letto d’ospedale e muore

Ddieci gli indagati tra medici ed infermieri


Entra in
ospedale per problemi cardiaci e
muore per una caduta: dieci indagati.

“La perizia del medico legale ha
evidenziato le responsabilità del
personale sanitario nel decesso del
64enne Antonio Pesce, di Palagianello.
L’uomo è morto per una rovinosa
caduta dal suo letto d’ospedale che
poteva essere evitata se solo i sanitari
avessero adeguatamente monitorato
lo stato di “disorientamento” del
paziente e messo in atto le opportune
misure di sorveglianza clinica e
pratica- si legge in una nota di Studio
3A, società specializzata nella
valutazione delle responsabilità in
ogni tipologia di incidente- queste
le conclusioni, che evidenziano vari
profili di responsabilità in capo a
medici e infermieri dell’ospedale di
Castellaneta, della perizia medico
legale redatta dal consulente tecnico
nominato dal pm, dott. Mariano
Buccoliero, titolare del procedimento
penale per omicidio colposo per la
morte del 64enne avvenuta un anno
fa. Pesce, affetto da cardiopatia, il 15
dicembre si era presentato al pronto
soccorso di Castellaneta per “dispnea
ingravescente”.

Era stata effettuata una
consulenza cardiologica con diagnosi di scompenso cardiaco congestizio
e disposto il ricovero nel reparto di
Cardiologia, dove il paziente era stato
sottoposto a una terapia che aveva
prodotto un miglioramento delle
condizioni cardiologiche e generaliprosegue
la nota- e infatti il Ctu
non aveva nulla da eccepire sull’iter
diagnostico-terapeutico messo in atto.
I problemi sono iniziati la mattina
del 17 dicembre quando Pesce è stato
prima trovato nella sua stanza, alle 9,
“a tratti disorientato”, e poi, alle 10.15,
ha accusato una perdita di coscienza
cadendo dal letto dov’era seduto. Il
64enne ha riportato un violento trauma
cranico e facciale e dopo tre ore è
morto, nonostante i tentativi di salvarlo.

I familiari erano sconvolti: Pesce ha
lasciato la moglie e cinque figli. Nel
giro di un paio d’ore uno dei figli ha
ricevuto prima la telefonata di uno dei
cardiologi che gli ha comunicato che il
padre era caduto dal letto, ma che era
vigile e parlava, e poi la notizia dallo
stesso medico, dopo essersi precipitato
all’ospedale ed aver aspettato in sala
d’attesa, che il genitore era morto per
una lesione al collo. I congiunti, non
avendo ottenuto informazioni chiare
sull’accaduto hanno presentato un
esposto ai carabinieri di Castellaneta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche