21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 18:53:00

Cronaca

Furti, estorsioni e ricettazione: 5 arresti e 12 denunce

Il bilancio di una serie di operazioni di controllo dei carabinieri


E’ di 5 arresti e 12 denunce a piede libero il bilancio di un servizio di controllo straordinario del territorio disposto dalla Compagnia Carabinieri di Taranto in questi ultimi giorni.

Intensificati i controlli al fine di prevenire e reprimere la commissione di reati ed in particolare di furti e rapine ai danni di cittadini ed esercizi commerciali interessati da un maggior afflusso di clienti in questo particolare periodo dell’anno.

Nel corso di tale attività, in esecuzione di ordini di carcerazione, sono stati tratti in arresto e condotti presso la locale Casa Circondariale:

    • un 54enne, tarantino, condannato ad espiare anni 1 e mesi 6 di reclusione perché riconosciuto colpevole di ricettazione;
    • un 52enne, residente nella provincia di Venezia, condannato ad espiare mesi 6 e giorni 6 di reclusione perché riconosciuto colpevole di estorsione;
    • un 28enne, tarantino, condannato ad espiare anni 2 e mesi 6 di reclusione perché riconosciuto colpevole di furto aggravato;
    • un 40enne, tarantino, condannato ad espiare anni 3 e mesi 4 di reclusione perché riconosciuto colpevole di evasione;
  • tratto in arresto e sottoposto ai domiciliari:
    • un 59enne, tarantino, condannato ad espiare mesi 4 di reclusione perché riconosciuto colpevole di favoreggiamento personale.

Sono state denunciate in stato di libertà 12 persone ritenute responsabili di diversi reati: 1 per violazione colposa di doveri inerenti alla custodia di cose sottoposte a sequestro; 2 per furto aggravato; 1 per percosse; 1 mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice; 2 per lesioni personali; 2 per minaccia.; 1 per invasione di terreni; 1 per frode informatica; 1 per ricettazione.

Infine, sono stati segnalati alla competente Autorità amministrativa 7 persone quali assuntori di sostanze stupefacenti .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche