23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 15:58:51

Cronaca

Ruba in casa dello zio. Preso con il complice


TARANTO – Furto in casa dello zio: scattano due arresti. All’alba di oggi, due pattuglie di carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taranto, diretti dal tenente Pietro Laghezza, durante i previsti servizi di controllo del territorio, hanno notato la finestra di un appartamento sito al piano terra nel rione Tamburi con la grata in metallo divelta e il vetro rotto. Immaginando cosa potesse essere accaduto, i militari si sono fermati e hanno iniziato un cauto e attento sopralluogo. L’impressione era che all’interno ci fosse qualcuno e non erano certo i proprietari. Infatti, sorpresa: entrando proprio dalla finestra rotta, il brigadiere si è trovato faccia a faccia con due ragazzi che, non pensando a tanto, hanno cercato di darsi alla fuga uscendo dalla porta d’ingresso.

Ma anche lì c’erano pronti altri due carabinieri che li hanno bloccati. Da una perquisizione immediata fatta sul posto, sono stati rinvenuti vari monili in oro di piccole dimensioni che i pregiudicati avevano già nascosto nelle tasche dei pantaloni, mentre in due borsoni avevano preparato il grosso da portare via. I ladri sono Ivan Golluscio, 25enne, e Marco Mascaretti, 19enne. La particolarità è che successivamente gli investigatori hanno appreso che uno dei due, Golluscio, è il nipote del proprietario dell’appartamento all’interno del quale stavano facendo razzia. Terminate le formalità di rito, i due pregiudicati sono stati tradotti presso la casa circondariale a disposizione della dottoressa Giovanna Cannarile, pm di turno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche