02 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Agosto 2021 alle 22:53:00

Cronaca

Spaccio di cocaina in un circolo

Scattano due arresti


Spacciavano cocaina in un circolo della Città Vecchia.

Blitz dei carabinieri dell’Aliquota operativa della Compagnia di Taranto i quali hanno arrestato Donato Liuzzi, ventinovenne già noto all forze dell’ordine e un 21enne, incensurato, entrambi tarantini.
I militari in borghese del comando provinciale nel corso di un mirato servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di droga nella Città Vecchia hanno notato movimenti sospetti da parte di alcuni giovani, nei pressi un circolo privato, gestito da Liuzzi, poi risultato abusivo.
Gli investigatori hanno decidevano di eseguire un servizio di appostamento nei pressi del locale e nel corso dell’operazione che è andata avanti per alcuni giorni, hanno notato che Liuzzi e il 21enne, anche più volte si allontanavano dal locale per farvi rientro dopo essersi recati in uno stabile abbandonato, situato in una via adiacente al circolo e la cui porta d’ingresso era assicurata da un lucchetto che di volta in volta veniva aperto con una chiave che i due avevano.
I carabinieri, ritenendo che i due all’interno del locale avessero messo su un’attività di spaccio, hanno deciso di farvi irruzione.
Dopo aver identificato i presenti hanno proceduto a delle perquisizioni.
All’interno del bagno hanno rinvenuto una “cipolletta” in cellophane termosaldata, contenente tracce di cocaina, della quale poco prima Liuzzi, dopo aver notato la presenza dei militari, aveva tentato di disfarsi, gettandola nel water.
Nel corso dell’operazione è stata inoltre rinvenuta, nel cassetto di un mobile, la somma di 661 euro, in banconote di vario taglio, mentre nel vano porta oggetti dello scooter in uso a Liuzzi e parcheggiato davanti al locale, altri 335 euro.
La perquisizione estesa anche al locale abbandonato ha consentito di rinvenire un vaschetta in plastica contenente 108 grammi di cocaina, oltre a materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi e due bilancini elettronici di precisione.
La droga, il materiale per confezionare le dosi e il denaro, ritenuto provento dell’attività illecita, sono stati sequestrati.
I due, condotti in caserma, al termine delle formalità di rito, sono stati dichiarati in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Successivamente, come disposto dal magistrato di turno presso la Procura del capoluogo jonico, il 21enne è stato posto ai domiciliari, mentre Liuzzi è stato trasferito nel carcere di largo Magli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche