24 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2020 alle 07:06:06

Cronaca

Rubano uva pregiata, arrestate due donne

Gli arresti sono maturati nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e alla repressione dei reati in aree di campagna


Rubano
uva da tavola ma vengono
sorprese dai carabinieri:
arrestate due donne.

Sono stati i militari della
Stazione di Palagianello a
fermare, per furto aggravato,
la quarantottenne
Jasmina Abaz e la ventinovenne
Sabrija Abaz,
entrambe già note alle
forze dell’ordine, originarie
rispettivamente della
Serbia e della Macedonia e
domiciliate nel capoluogo
jonico.

Gli arresti sono maturati
nell’ambito dei servizi finalizzati
alla prevenzione
e alla repressione dei reati
in aree di campagna, e in
particolare nelle zone coltivate
a vigneto, predisposti
dal comando provinciale
in questo particolare
periodo dell’anno in cui
avviene la vendemmia.
Durante mirati controlli i
carabinieri della Stazione
di Palagianello hanno eseguito
una perlustrazione
in contrada Coppolachiatta
e hanno sorpreso le due
donne con le mani nel
sacco.
Stavano per portar via
uva da tavola, della pregiata
qualità “crimson”,
che avevano già raccolto
e nascosto all’interno
di un’autovettura in loro
possesso e rinvenuta nelle
vicinanze del tendone.

Le due donne sono state
condotte in caserma e
dichiarate in arresto per
concorso in furto aggravato.Nella
circostanza, l’uva
raccolta è stata restituita
al proprietario mentre le
cassette, le forbici e l’autovettura
utilizzate per
mettere a segno il furto
sono state poste sotto
sequestro. Entrambe, al
termine delle formalità di
rito, su disposizione del
magistrato di turno presso
la Procuraa del capoluogo
jonico sono state accompagnate
nelle rispettive
abitazioni dove dovranno
rimanere ai “domiciliari”
in attesa dell’udienza di
convalida dinanzi al giudice
inquirente. I controlli
proseguono in entrambi i
versanti della provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche