11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 15:46:20

Cronaca

​Appello agli enti locali per gli investimenti​

L’Ance sollecita Comuni e Provincia


Appello dei costruttori
a Comune e Provincia affinché non
si lascino sfuggire le opportunità per
gli investimenti offerte dalla Legge
di Bilancio.

«La Legge di Bilancio 2018 – scrive
la sezione tarantina dell’Associazione
Nazionale Costruttori Edili – ha
confermato e rafforzato una serie di
misure di finanza pubblica utili per il
benessere e lo sviluppo delle comunità
italiane. Per questa ragione l’Ance
di Taranto lancia il suo messaggio
agli amministratori locali affinché si
facciano promotori di progetti utili
a rilanciare gli investimenti in opere
pubbliche».

«Per gli enti locali – spiega l’associazione
– è dunque possibile beneficiare
di spazi finanziari attraverso l’uso
degli avanzi di amministrazione
degli esercizi precedenti e il ricorso
al debito, per investimenti in opere
pubbliche ed in riqualificazione e
messa in sicurezza del territorio.
Si parla di adeguamento e miglioramento
sismico, prevenzione del
rischio idrogeologico, e si allargano
le maglie di intervento anche nel
delicato settore della bonifica dei siti
inquinati ad alto rischio ambientale».

«Si tratta di misure su cui Taranto e
la sua provincia possono programmare
molto – afferma Paolo Campagna,
presidente dell’Associazione
Nazionale Costruttori Edili della
provincia ionica – e che necessitano
di una urgente allerta da parte degli
enti locali chiamati a fare richiesta di
tali spazi entro il prossimo 20 gennaio.
Tempi stretti dunque per i nostri
Comuni considerato che le risorse
liberate potranno essere impegnate
nei settori già enunciati ma anche
per interventi di edilizia scolastica,
impiantistica sportiva, così come per
il potenziamento o il rifacimento di
impianti per la produzione elettrica
da fonti rinnovabili».
La lettera contenente l’invito a far
bene e fare presto è stata inviata ai
sindaci di tutti i comuni ionici e al
Presidente della Provincia.

«Abbiamo bisogno di far ripartire
gli investimenti pubblici sul nostro
territorio – sottolinea il presidente dell’Ance – e gli enti locali hanno il
dovere di cogliere prontamente questa
importante opportunità offerta
dalla Legge di Bilancio. Nonostante
le risorse messe in campo, osserviamo
preoccupati il permanere di
grandi difficoltà nel passare dalle
decisioni di spesa ai cantieri. Allentare
la stretta sugli enti locali
garantendo la possibilità di spendere
le risorse, ci sembra la strada giusta
per fare finalmente quelle opere di
cui abbiamo bisogno e rimettere in
moto il nostro settore».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche