21 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 21 Ottobre 2020 alle 06:40:34

Cronaca

​«Minerale sui banchi», la foto diventa virale​

«Gli alunni hanno ripulito, ecco il risultato». Polemica sul web


Una foto che diventa
virale riaccende – anche se in realtà
non si è mai spento – la polemica sui
wind day, in cui il vento spira dalla
zona industriale verso il rione Tamburi.
Al ritorno a scuola dopo due
giorni di vacanze forzate a causa dei
Wind days – scrive l’agenzia Ansa – i
bambini dei plessi del rione Tamburi
di Taranto hanno pulito i banchi con
panni e fazzoletti che sono rimasti
impregnati di polvere minerale.

Le
scuole del quartiere a ridosso dell’Ilva
restano chiuse per ordinanza sindacale
nei Wind day, giorni di forte vento
proveniente da nord ovest che riversa
sulla città, e in particolare sul rione
Tamburi, le polveri dei parchi minerali
dello stabilimento siderurgico,
comportando rischi per la salute. C’è
una foto scattata questa mattina all’interno
di una delle scuole del quartiere,
diffusa da una insegnante, che sta
facendo il giro dei social network.

L’immagine, che ritrae due fazzoletti
utilizzati per pulire i banchi dalla
polvere minerale, è accompagnata da
una frase: “Gli alunni hanno ripulito
i loro banchi e questo è il risultato”.
Come detto, il dibattito sui wind day
resta in primo piano. L’associazione
PeaceLink ha chiesto ufficialmente al
sindaco Rinaldo Melucci che il Comune
di Taranto «commissioni una
perizia ad Arpa Puglia che accerti
in maniera inequivocabile la natura
delle polveri che si depositano sulla
città durante i Wind Days. Tale perizia
deve avere carattere globale e
sistematico che accerti, oltre ogni ragionevole
dubbio, la provenienza delle
polveri in modo da poter avviare
nei confronti del prossimo acquirente
dell’Ilva un’azione di quantificazione
e risarcimento del danno, in base al
principio “chi inquina paga”. Tale risarcimento
deve poter toccare anche
le aree private (lastrici solari, terrazzi,
balconi, giardinetti)».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche